Diciotti, Matteo Salvini è indagato

I reati contestati sono sequestro di persona, abuso d'ufficio e arresto illegale. La replica del ministro dell'Interno: "E' una vergogna"

Il ministro dell'Interno Matteo Salvini è indagato insieme a un capo di gabinetto del Viminale dalla Procura di Agrigento,  per sequestro di persona, abuso d'ufficio e arresto illegale. Il fascicolo riguarda il mancato sbarco degli immigrati dal pattugliatore 'U. Diciotti' . Gli atti saranno trasmessi alla competente procura della Repubblica di Palermo per il successivo inoltro al cosiddetto tribunale per i ministri della stessa città. La decisione della Procura di Agrigento scaturisce dagli interrogatori svolti nel corso della giornata di venerdì e di sabato dal procuratore Patronaggio, che aveva ascoltato, come persone informate sui fatti, alcuni funzionari del ministero dell’Interno.

Salvini indagato: "E' una vergogna"

"Ho saputo dieci minuti fa che sono sotto inchiesta per sequestro di persona", ma "è difficile fermarci". "Possono arrestare me ma non la voglia di cambiamento di 60 milioni di italiani", avverte in diretta Facebook da Pinzolo Matteo Salvini dopo aver ricevuto la notizia di essere indagato per il caso della nave Diciotti. "E' incredibile vivere in un Paese dove dieci giorni fa è crollato un ponte sotto il quale sono morte 43 persone e non c'è un indagato e indagano un ministro che difende i confini del Paese. E' una vergogna".

"È una vergogna essere indagati per difendere gli italiani, serve la riforma della giustizia. Fate più in fretta a smaltire questi processi: non ci si possono mettere tanti anni, non si possono trattenere tanti imprenditori in attesa di giustizia. Faccio affidamento ai tanti magistrati per bene", conclude annunciando anche per settembre "il decreto sicurezza".

La diretta dal profilo Facebook di Matteo Salvini

Gli atti, spiega in una nota la Procura di Agrigento, sono stati "doverosamente trasmessi alla competente Procura di Palermo per il successivo inoltro al tribunale dei ministri del capoluogo". Questa procedura di "legge costituzionale 16/1/89 n. 1, permetterà, con tutte le garanzie e le immunità previste dalla medesima legge, di sottoporre ad un giudice collegiale specializzato le condotte poste in essere dagli indagati nell’esercizio delle loro funzioni, uno dei quali appartenente ai qualificati soggetti indicati all’articolo 4 della norma costituzionale. Ogni eventuale negativa valutazione delle condotte di cui sopra - spiega la nota - dovrà essere sottoposta alla autorizzazione della competente Camera".

Anm: "Da Salvini interferenze"

L'Associazione nazionale magistrati aveva denunciato nel pomeriggio di sabato "interferenze" da parte del ministro dell'Interno Matteo Salvini nel lavoro della procura di Agrigento sul caso della nave Diciotti, ricordando che "nessun soggetto può sostituirsi ai magistrati". "In questi giorni la Procura della Repubblica di Agrigento sta svolgendo gli accertamenti necessari a verificare se nella delicata vicenda della nave Diciotti siano stati commessi dei reati. Purtroppo - sottolinea la Giunta esecutiva centrale dell'Anm in una nota - registriamo che, parlando della vicenda, il ministro dell'Interno ha rilasciato dichiarazioni tendenti a orientare lo sviluppo degli accertamenti con riguardo ai soggetti potenzialmente responsabili".

Guarda anche

Migranti, l'esultanza a bordo della Sea Watch

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

"C’est fini!". Così sulla nave della ong a largo di Malta è stato comunicato la notizia dell'accordo per lo sbarco dei migranti recuperati nel Mediterraneo quasi venti giorni fa

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (41)

  • A Qubit, Lucio, Lupo, Alessandra, Mary, Matteo, Cavalli, Alessandro, Fausto, Falco, Oronzo Canà, m, Andrea, Maria Grazia, Griso. Cari animosi leghisti, desiderosi di pulizia e di giustizia, perché nel bagno di purezza che auspicate non ci mettete mai i 48 milioni di euro fatti sparire dalla Lega? Sono soldi pubblici! Ah, tutti hanno rubato? Beh, allora anche voi non siete diversi dagli altri! Magari un tantino più violenti e con qualche residuo di fascismo (leggi speciali, magistrati in galera, dare fuoco alla nave dei migranti, pulizia etnica) e sicuramente di razzismo! Le vostre parole sono così piene di odio e di rancore che c'è da chiedersi dove vi porterà questo fiume velenoso intriso di scarsa conoscenza dei veri e complessi problemi del paese (Lavoro, politiche industriali, tasse, Europa, infrastrutture, ecc.). Non vi viene mai il dubbio che la bandiera contro l'immigrazione sia un diversivo per distrarvi dall'incapacità o dall'impossibilità di realizzare le faraoniche promesse elettorali?

    • Secondo me c'è un errore di fondo. Non esiste alcuna "bandiera contro l'immigrazione". Esistono un principio, astratto, generale, e diverse sue applicazioni, concrete, in singoli casi particolari. Il principio generale è che il cittadino italiano, da decenni, vive un rapporto conflittuale con la politica. Il cittadino italiano non si sente "governato", bensì "oppresso". Non vede le leggi come una necessità, ma come una coercizione. Non vede le differenze come l'espressione di una diversi@#?*%$zione di ruoli, bensì come un'iniquità. E questa sensazione è stata ulteriormente acuita da una crisi economica che ha ampli@#?*%$to la discrepanza tra chi ha i soldi e chi non li ha, tra chi ha i privilegi e chi non li ha, tra chi viene considerato e chi è negletto. E la massima espressione dell'iniquità è stata rappresentata dall'invocare lo stato di necessità per penalizzare solo alcun: aumento delle tasse, aumento dell'età pensionabile, blocco dei contratti, abolizione dell'articolo 18,,, Questo ha riguardato in particolar modo alcune situazioni che hanno visto da un lato le imposizioni, e dall'altro le eccezioni sollevate per alcune categorie. E' signi@#?*%$tiva la rabbia verso i privilegi economici dei parlamentari: in un momento in cui vengono chiesti ulteriori sacrifici a chi non ha nulla, perchè mai conservare privilegi (anche pensionistici) a chi ha tutto? E che, tra l'altro è responsabile della mala gestio... L'indiscriminata accoglienza IMPOSTA, e da una precisa parte politica, non può che venire vista in questo modo: in un periodo in cui la gente fruga tra i rifiuti del mercatino perchè deve mangiare, si vedono persone che vengono chissà da dove e chissà perchè, accolti, rifocillati e, come nel filmato dello sbarco della Diciotti, condotti amorevolmente a braccio, e questa viene, tanto LOGICAMENTE quanto LEGITTIMAMENTE, vista come un'iniquità. Qui non c'entra "l'immigrazione", ma "l'accoglienza", e non c'è nulla da "distrarre" perchè la situazione è palese. Non è sbandierando (qui sì è il caso di dirlo) un'ideologia che si può far accettare una palese iniquità; questo avreste dovuto capirlo prima. Invece siete giunti fino al disatro elettorale. Ma la cosa più preoccupante (per voi, ovviamente) è che neanche così mostrate di averlo capito; non parlo della vostra base ideologizzata, che ottusamente continua a ripetere slogan. Loro non sono in grado, intellettualmente, di fare altrimenti; lo fossero, si sarebbero ribellati da un pezzo al vostro tentativo di condizionamento. Parlo di chi ha avuto in mano le redini del Paese e continua a tenere ben salde quelle dell'ideologia: puntare il dito contro chi interpreta la chiara e legittima volontà popolare, sostenendo di essere nel giusto, è negare la democrazia. Sostenere di avere un criterio assoluto di giustizia calpestando desideri e necessità della cittadinanza è dittatura. La politica deve interpretare le necessità dei cittadini, non esircitare un controllo coercitivo tentare di infilare nella loro testa la propria ideologia. E questo sembrate non averlo capito. Neanche adesso. E questo è preoccupante per voi : persino il mio cane, picchiato con un giornale arrotolato, ha smesso di fare la pipì sul tappeto del soggiorno...

      • Non posso non replicare. Tu, lei vorrebbe sostenere che la base dei votanti o ex votanti della sinistra non sono all'altezza intellettuale di comprendere il condizionamento dell'ideologia praticato da un gruppo nefasto (per lei). Cioè, quelli di sinistra sono condizionati e ideologizzati. Quelli di destra no. I votanti di destra votano con consapevolezza perché loro sono il popolo! A parte che la virata renziana in senso liberista ha avuto una bocciatura secca. Pare, quindi, che tanto condizionati i votanti a sinistra non lo siano se hanno preferito schierarsi con l'unica novità plausibile in campo. Con la speranza di un cambio di rotta. C'è chi sarà grati@#?*%$to dalla abrogazione dei privilegi alla casta dei politici e c'è chi rimarrà deluso dal fatto che quella "iniquità" vale una briciola in termini di bilancio economico. Ancora una volta fumo. L'alleanza con la Lega avrà fatto venire il mal di pancia a molti. Ma lasciamoli lavorare e poi giudicheremo. Questo è per il momento il tormentone attuale. Ma torniamo alle tue/sue affermazioni in fatto di negazione di democrazia e di dittatura. Le/ti faccio sommessamente notare che il suo/tuo criterio è speculare e reciproco. Rilevo che è interessante capire, nel momento in cui gli sbarchi sono ridotti ad una percentuale irrisoria, dunque in una situazione di normalizzazione e non di emergenza, il "popolo" si scatena. Come mai? Come mai la diminuzione dei delitti e dei reati in continua diminuzione, anche se mediaticamente maggiormente esposti, viene percepita come una maggiore insicurezza? C'è evidentemente qualcuno a caccia di voti che soffia sul fuoco. Non è stare dalla parte dei bisogni dei cittadini! La opposizione all'Europa, anziché armarsi di diplomazia paziente ed ef@#?*%$ce, produrrà solo danni ai bisogni dei cittadini, proprio in senso economico! Non sono queste ideologie? E guardi/a che se per il suo/tuo cane basta il giornale arrotolato, c'è qualcuno (a leggere i vari commenti a riguardo) che anela ad usare un corpo contundente di maggior consistenza: chiamasi manganello (quello che brandiva quel tale Spada contro l'inerme giornalista, dopo avergli spaccato il naso con una testata). Comunque, vedremo in autunno, quanto ascolto delle esigenze del "popolo" si tradurrà in provvedimenti "arrosto". Finora abbiamo visto solo cortine fumogene.

  • Matteo fai cadere il governo e torniamo alle elezioni e facciamo piazza pulita

  • Il vero problema è l'immediata rimozione dei vertici della guardia costiera nominati dal precedente governo. In futuro la diciotti sorvegli le nostre coste pittosto che raccattare clandestini nelle acque territoriali di malta o della libia.

  • Vergognosi, forza Matteo sempre con te!

  • Vai dai Salvini non mollare siamo tutti con te, questo sistema deve cambiare non si può lavorare 7 mesi per lo stato.

  • Il problema della Libia, di questi lager dove violentano gli uomini e le donne dovrebbe essere gestito dall’Onu e non dall’ Italia, è L’ Onu che con il suo esercito di caschi blu dovrebbe porre fine al l’orrore che c’è in Libia, dovrebbero prendere in mano il Governo di quel paese e stabilizzarlo fino d elezioni democratiche finché ci sia un solo governo e non un mare di tribù sempre in lotta tra di loro. E poi cosa centra l’avviso di garanzia a Salvini, fatemi capire, dei clandestini cercano di entrare in Italia e Salvini li sequestra, provi un Italiani ad entrare clandestinamente in un altro Paese e poi ne riparliamo. Qui l’umanità non centra un fico secco perché ci portano persone in Italia con la forza, ci sono dei traf@#?*%$nti di esseri umani che ci hanno dichiarato guerra mandandoci con la forza dele persone che la maggioranza degli Italiani non vuole e quindi servono leggi speciali per far fronte a questa guerra.

  • Salvini purtroppo questa è L'Italia se fai parte della mafia nessuno ti tocca se no sei indagato questo è il paese di @#?*%$ in cui viviamo

  • Non capisco perché invece di rompere le scatole agli italiani questi coglioni che sono andati a prenderli non li riportano da dove sono partiti , non capisco perché si ostinano a doverli sbarcare per forza in Italia , che li portassero in mezzo al mare e gli dassero fuoco là dove nessuno vede così eviteremo tante polemiche e non sarebbero di peso ne per l’Italia è ne per il paese da dove sono partiti . Tieni duro salvino tutta l’Italia testimonierà per te e ora di ripulire il nostro paese è una bella pulizia etnica e quella che ci vuole . Tutta questa porcheria deve sparire e solo uno come te lo può fare , sei un grande insieme a tutti noi italiani .

    • Giulio! Dare fuoco agli emigrati?! Ma ti rendi conto di cosa stai dicendo? O eri fatto strafatto quando hai scritto quella bestialità, o sei un potenziale criminale assassino! Cioè, se uno ti da fastidio, tu lo vuoi eliminare fisicamente? Ma dove pensi di vivere e dove hai vissuto fino adesso? Le parole pesano e prima di pronunciarle bisogna sapere il signi@#?*%$to! La redazione dovrebbe sorvegliare meglio: frasi come queste sono incitazione a delinquere! Vorrei sapere se il tuo amato Salvini condivide queste espressioni! Vergognati!

  • In galera ci manderei i magistrati che si vogliano fare vedere e quelli che non lavorano, visto i tempi della giustizia. La sinistra non sa più cosa fare, ma così affonda ancora di più, non riesce ancora a capire il popolo, certo Renzi è riuscito proprio a distruggerla.

  • Tante parole tanti pensieri ma il risultato è uno solo immigrazione incontrollata

  • Siete vergognosi ???????????? allora indagate mezza Italia ???????? noi stiamo con Matteo forza non mollare

  • In ostaggio? 1) nessuno li obbliga ad imbarcarsi, 2) cosa ancora più grave, sono LORO che tengono in ostaggio l'italia, arrivano qui e fanno quello che vogliono grazie a questi buonisti del ca@@o, tanto a 90 gradi mettono gli italiani, mi auguro che il governo non si lasci intimorire, AVANTI TUTTA

    • Il problema non è "lasciarsi intimorire"; il problema è quello della gestione delle dimissioni del ministro dell'Interno. E se questo non avviene, si rischiano ulteriori difficoltà di governo per l'intera durata della legislatura. Un'occasione persa ed un danno per le successive elezioni.

  • Ma saremmo pure padroni di far entrare in casa nostra chi ci piace e chi no! Questi bonisti che ora vogliono farci rispettare le leggi perché non pensano un po’ alla dignità dei cittadini italiani, non siamo un popolo razzista, siamo stati abbastanza generosi, noi, perché le istituzioni pensano solo a trarre lucro da questi poveri illusi, li vediamo passeggiare e vagabondare per le strade delle nostre città, molti di loro tolgono il lavoro ai nostri figli costretti ad andare via dall’Italia x cercare lavoro e non ditemi che loro si accontentano e gl’ italiani no, loro non pagano le tasse come noi e potrei continuare all’infinito; ora, finalmente questi ragazzi che vogliono togliere un po’ di marciume, che ci ricopre, gli mettono i bastoni tra le ruote, non siete ancora sazi, ma chi vi crede più solo qualche povero ignorante arricchito da voi. Forza Salvini e Di Maio, siete tutti noi, onesti cittadini

  • giornale di partito con censura

  • Io sto con Salvini. In galera i PM

  • ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahaha grande magistrato!

  • Esatto: hanno fatto un passo falso, sono caduti nella trappola. Evidentemente la vecchia e stantia scuola di pensiero e di azione del bolscevismo italico e giustizialista non ha capito chi si sta trovando di fronte. Credono di avere di fronte un ragazzotto barricadero e fanatizzato da poter stroncare con i soliti mezzi. Nulla di più sbagliato. Hanno di fronte un politico scaltro e calcolatore , che conosce bene le magagne dell'avversario e se lo tira dove e come vuole lui. Vedrete, vedrete miei cari….Non avete capito nulla. fatevi un bello striscione , una fiaccolata ed una manifestazione. E perchè no, visto che ci siete abituati, anche una "strisciata" ( di quella buona, però….) .Contenti voi…….

  • Un passo falso da parte di qualcuno, e soprattutto una mossa sbagliata. Comunque evolverà la faccenda, in un senso o nell'altro, la nazione avrà da perderne. Salvini ha dimostrato di essere tutt'altro che stupido e di saper gestire molto bene le situazioni e sapersi relazionare con la cittadinanza. Chi di dovere avrebbe dovuto fare le sue valitazioni... vedremo.

  • A Giuseppe e prendi tu le redini, vediamo la tua strategia da Europeista! Facce sogna' dai su

    • Caro Lupo, volentieri! Se mi dovessi candidare mi voti? Qualche idea ce l'ho. Ma a parte scherzi, c'è molto da riformare in Europa. Il percorso tracciato dai padri fondatori tra i quali gli italiani Altiero Spinelli e Alcide De Gasperi è stato deviato nel corso di lunghi anni tutti dedicati alla finanza. Pensare che lo scopo era la pace (e questa almeno questa si è mantenuta dopo il disastro dell'ultima guerra), l'unità e la prosperità dei popoli europei. Questi ultimi due obbiettivi non mi pare siano tanto vicini a realizzarsi. Ci sono delle ragioni. Ma non ce la faccio a elencarle tutte. Morale siamo su una strada senza ritorno. Gli inglesi che non erano dentro appieno, ora si stanno mangiando le mani per esserne usciti del tutto. Visto che la strada è una sola (quelli che sostengono che si può uscire sono solo in malafede o diciamo superficiali: ricordarsi i tassi al 20% e anche più;) vale la pena di prima di tutto conoscere e far conoscere l'Europa e i suoi meccanismi. Non è vero che diamo 20 miliardi all'anno, ne diamo 12 e ne riceviamo circa 10. Inoltre sfruttiamo i fondi strutturali solo all'otto per cento: tutte risorse che potrebbero essere impiegate per progetti che creano lavoro. Ci sono solo due Università che fanno master per laureati sui fondi strutturali: Padova e Bologna. Un po' poche, non ti pare? Insomma non voglio annoiarti, anche perché seguo questo argomento per pura curiosità e per essere più precisi bisogna studiare. E alla mia età mi sono un po' stancato. Largo ai giovani, ma che siano coscienziosi e appassionati dei loro studi. Comincerei da qui. Sempre che qualcuno mi candidi e che venga eletto! Ultima cosa sull'Europa: bisogna impegnarsi di più e con maggiore credibilità per farla tornare in carreggiata. Se invece si continua a picconare e a soffiare sulla sfiducia è sicuro che le cose peggiorano.

      • Per una questione di onestà intellettuale dovrebbe precisare che i 10 miliardi che ritornano dall'Europa, ritornano come fondi vincolati; per cui è l'Europa a decidere come e quando debbano essere utilizzati. Che le regole e le modalità di utilizzo sono duindi, DI FATTO, imposte dall'Europa, che così pilota la politica economica. Che l'uscita dalla UE sarebbe possibilissima con un accordo che "aiutasse" l'uscita, mettendo in opera tutti qui provvedimenti che la agevolano, mentre è ovviamente impossibile se vengono effettuate tutte le azioni che tendono ad ostacolarla. Che queste azioni comprenderebbero la gestione del debito pubblico italiano, che in parte è eseguita direttamente da Francia e Germania immettendo, a loro piacimento, titoli di stato italiani sul mercato (è questo che fa salire lo "spread", non è chissà quale magìa) e questa condizione sarà esacerbata dalla fine del Quantitative Easing. Che l'economia italiana, da quarant'anni, era basata su inflazione interna - svalutazione della lira, e questo meccanismo era parte intgrante dell'economia italiana; situazione che era chiara a chiunque sedici anni fa, ma che un economista tedesco sembra aver improvvisamento scoperto... quattro mesi fa (!) In pratica, le condizioni alle quali abbiamo fatto il nostro ingresso nell'eurozona non potevano che portare al risultato attuale; sarebbe stato necessario un radicale cambiamento PRIMA di abbandonare la lira. Siamo entrati spontaneamente in una cella chiuso a chiave la porta, e consegnato la chiave al carceriere dallo spioncino. E' ovvio, adesso, che siamo prigionieri.

        • .... prigionieri è una parola grossa, non sarebbe una passeggiata ma potremmo tranquillamente riuscire a mollare quest'europa incompiuta senza grandi danni,anche perché restarci comporta a priori più costi che guadagni:l'importante sarebbe solo farlo in modo sì' organizzato e concordato ma senza cedere a ricatti... penali per cosa, ad esempio? Forse che il governo attuale abbia stabilito gli accordi passati, o possa esserne ritenuto responsabile? Forse che la maggioranza dei cittadini italiani(che pagano le tasse ed il debito pubblico) siano favorevoli a restare in Europa? E ancora, che si possa dover essere debitori noi nei confronti di un'Europa che per prima non ha mantenuto gli impegni presi? Di fatto, ad averci guadagnato-oltre ai "poteri forti" - sono stati solo i paesi che stavano peggio, e persino la Germania ha visto un peggioramento delle condizioni di vita dei propri cittadini autoctoni, in barba ai risultati economici nazionali;auguriamoci di poter dimostrare anche noi, come solitamente fanno i quattro gatti di sinistra(?), per la legalità ed il rispetto del volere democratico della maggioranza degli italiani, sia perché tra una democrazia fasulla come questa ed una dittatura alla Erdogan la bilancia pende a nostro sfavore, sia perché è arrivato il momento di puntare veramente i piedi-ok che l'Albania prenda qualche migrante(con tutti gli albanesi che ci siamo presi noi...), va benissimo che l'Irlanda ne prenda altri quando potrebbe essere uno dei pochi stati ad avere il "diritto" di far finta di niente, ma la Chiesa, accogliendo i restanti, ce li porta in casa....

      • Ma vala va la!

  • Davvero il vostro grande stratega era convinto di poter ricattare l'Europa tenendo in ostaggio 150 persone in condizioni che nessuno di voi sopporterebbe nemmeno un secondo? Eppure, nonostante le assenze lautamente pagate, qualcosa dell'Europa dovrebbe averla imparata mentre era deputato europeo! Era così difficile rinunciare a mostrare i muscoli lasciando sbarcare gli immigrati e poi negoziare con Bruxelles le opportune decisioni, sempre che questo governo screditato ci riesca? Quale strategia sta nel cervello di questo esaltato in preda a crisi di onnipotenza? Chiedere aiuto all'Europa svillaneggiandola ed alleandosi con il gruppo di Visegrad è quanto di più contraddittorio e controproducente che si possa immaginare! Cosa vuole ottenere? Intanto i millantati 60 milioni di italiani che lo sosterrebbero sono solo 6 milioni (se si parla di italiani e non di votanti, il17% dei votanti raggiunto alle ultime elezioni è pari a circa il 10% degli italiani, tenuto conto delle astensioni). Poi, questo modo di affrontare il problema dell'immigrazione non era nel programma di governo. Sarebbe interessante sapere se i grillini si sono accorti di questa tecnica di propaganda elettorale in vista delle elezioni europee a loro discapito. Ma davvero il vostro grande condottiero è convinto di risolvere il problema dell'immigrazione con questi metodi? Ora poi si è guadagnato un bel avviso di garanzia: ottimo risultato! Complimenti! E per favore non continuiamo con la lagna della persecuzione da parte della magistratura! Altra ottima mossa è brandire la riforma della giustizia come una clava, come dire: "Magistrati! Adesso vi metto a posto io!" Altra minaccia! Voi che apprezzate le gesta del ministro dell'interno, provate a immaginare quale obbiettivo vuole raggiungere. Per il momento è indagato.

    • sono perdutamente d'accordo con Lei. Qui ci troviamo di fronte ad un fascista. Vuole fare la riforma della Giustizia magari inserendo i tribunali speciali?

    • Saprebbe, o meglio avrebbe l’onestà intellettuale di, dire quanto e cosa ha fatto l’europa, in termini di accoglienza, quando a governare era la sua amata e capace sinistra? Comprendo la difficoltà, caratteristica della Sua ideologia, di accettare la volontà di cambiamento espressa dagli elettori ma, almeno democraticamente, non pensa di doversene fare una ragione?

      • A Qubit. Non mi risulta che in Europa ci sia stata una maggioranza di sinistra, ma poco importa. La mia amata e capace sinistra è un bel po' che non si vede. Non ho difficoltà a comprendere la legittima e giusti@#?*%$ta volontà di cambiare. Non sono convinto che il desiderio di cambiare sia esaudito da come stanno andando le cose. Per questo mi permetto di partecipare ai commenti con una mia riflessione. Si potrà avere un proprio pensiero o dobbiamo uniformarci al pensiero unico oggi dominante? Quella sinistra di cui lei parla è la stessa che ha azzerato i valori portanti della sinistra. Problemi nostri. Però, con mio totale disappunto, dovreste riconoscere che Minniti ha di fatto diminuito gli sbarchi e non di poco. A quale prezzo per i migranti bloccati in Libia non interessa. Quindi, perché prendersela sempre con la sinistra anche quando fa esattamente quello che in modo più eclatante e propagandistico sta facendo il ministro dell'interno attuale? Peraltro in odore di reato, stante la iscrizione al registro degli indagati. Quanto all'Europa, ho risposto più sotto a Lupo e non vorrei ripetermi. Cordialmente

  • in galera????

  • Grande Salvini nel Trentino. I compagni ce li giochiamo strada facendo....Sono arrabbiati, affamati...Zero voti, e alla frutta...Praticamente azzerati....

  • Siamo la barzelletta del mondo intero...avanti Salvini siamo con te

  • era ora

  • Matteo non mollare, sei un grande

  • Vergognatevi ...forza Matteo così facendo si stanno tirando la zappa sui piedi da soli...la maggior parte degli italiani sono con te....sei grande...

  • mi vergogno di essere italiano portiamo tutta l'africa qui in italia e poi vedete che succede

Notizie di oggi

  • Politica

    Legittima difesa, la Lega esulta per il via libera ma sono legittime anche le critiche

  • Economia

    Reddito di cittadinanza e quota 100, è il giorno del "decretone" che dovrebbe fare chiarezza

  • Cronaca

    E45 interrotta per rischio crollo, Anas: "Cantieri avviati, ecco gli itinerari alternativi"

  • Politica

    Battisti, il trofeo esibito: esposto della camera penale contro il ministro Bonafede

I più letti della settimana

  • Oroscopo Paolo Fox, la classifica della settimana dal 14 al 20 gennaio 2019

  • Estrazioni Lotto e SuperEnalotto: i numeri vincenti di martedì 15 gennaio 2019

  • Estrazioni Lotto e SuperEnalotto: i numeri vincenti di giovedì 10 gennaio 2019

  • Benzina e diesel, ci sono brutte notizie per gli automobilisti: ecco i rincari

  • Fabrizio Corona: "Gli psichiatri mi dissero che Carlos non è un bambino come tutti, andai da Belen"

  • Estrazioni Lotto e SuperEnalotto: i numeri vincenti di sabato 12 gennaio 2019

Torna su
Today è in caricamento