Licenziati per crisi: dipendenti investono tfr e mobilità e rilanciano l'azienda

Le telecamere di Coffe Break (La7) sono state all’interno dello stabilimento Itacables, storica azienda siderurgica di Caivano, per raccontare la storia di quella che è stata la prima esperienza di Workers buyout in Italia

Screenshot dal video di La7

La crisi, il blocco della produzione. Poi le lettere di licenziamento. I lavoratori della Itacables, storica azienda siderurgica di Caivano, però non si sono arresi. Hanno messo insieme i soldi di tfr e mobilità e si sono uniti in cooperativa, riuscendo a rilanciare l’azienda. Le telecamere di Coffe Break (La7) sono state all’interno dello stabilimento per raccontare la storia di quella che è stata la prima esperienza di Workers buyout in Italia.

"Eravamo stati tutti licenziati, ci trovavamo in mobilità, ma sfruttando una legge permette di ottenere in anticipo i soldi della mobilità abbiamo costituito gran parte del capitale sociale della cooperativa" dice Matteo Potenziari, presidente di Italcables. "I nostri principali mercati? Gli Stati Uniti, l’Europa, il Nordafrica e ovviamente anche il mercato italiano". Per far ripartire l’azienda i lavoratori hanno investito circa 25mila euro a testa.

"Abbiamo fatti tanti sacrifici, anche economici - racconta il capoturno Antonio Oliva - ma si viveva di euforia e con la consapevolezza che non c’erano più da parte dei proprietari minacce di andare all’estero, eravamo noi i padroni del nostro destino. Non avevamo più scusanti, sapevamo che era difficile e che avremmo dovuto lavorare a testa bassa. E piano piano ci stiamo riuscendo".

I dipendenti della Italcables hanno conservato le stesse mansioni che avevano prima della crisi, dall’operaio al presidente. Si sono rimboccati le maniche, hanno rischiato in prima persona, e ora stanno iniziando - faticosamente - a raccogliere quanto seminato.

"Se è stato difficile? Come ogni cosa che ti sembra essere un salto nel buio" dice Gaetano Esposito, responsabile alla logistica. "Sapevamo di avere un’unica chance e abbiamo investito tutti gli ammortizzatori sociali, dalla mobilità al tfr".

 "È dura" ammette Raimondo Liberatore, direttore Italcables, "dobbiamo combattere giorno per giorno, però ormai sono almeno quattro anni che siamo tornati sul mercato. Cresciamo in maniera costante e controllata perché non possiamo fare il passo più lungo della gamba".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

(Servizio di Rossana Russo, Coffe Break, La7)

Fonte: Coffe Break (La7) →

In Evidenza

Più letti della settimana

Potrebbe interessarti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
Today è in caricamento