"Teresa e Trifone sono stati uccisi per pagare un pegno d'amore"

Gli inquirenti ritengono, scrive il Gazzettino, che la verità sia nei pc e nei telefoni di Giosuè Ruotolo e Maria Rosaria Patrone: "Il sospetto è che la studentessa lo abbia esasperato al punto tale da portarlo a uccidere, magari sfidandolo a compiere un gesto eclatante"