Contachilometri taroccati: come difendersi dalle truffe

Come verificare il numero effettivo di km percorsi da un’auto usata ed evitare di cadere nelle mani di venditori senza scrupoli

Come emerso da diverse inchieste nel corso degli ultimi anni, è cresciuto esponenzialmente il numero di casi di manomissione dei contachilometri delle auto usate. Una pratica commerciale del tutto illegale ma largamente in uso nel nostro Paese, adottata per trarre un maggior vantaggio economico dalla vendita di un veicolo usato. Con un chilometraggio inferiore, infatti, dalla vendita di un veicolo si possono ricavare prezzi più alti rispetto a quelli imposti dal mercato.

Questo malcostume tutto italiano, già messo alla berlina dai servizi televisivi di diverse trasmissioni, oltre che a procurare un illecito vantaggio economico a chi vende, può mettere a repentaglio la sicurezza dell’acquirente, il quale compra un veicolo credendo abbia un certo tasso d’usura che invece non corrisponde al vero. Scopriamo come è possibile tutelarsi da situazioni del genere.

Primo step: occhio agli annunci

Il territorio preferito di chi pratica il 'lifting' al contachilometri è sicuramente quello dei siti di annunci. Sul web ce ne sono migliaia e tra di essi proliferano quelli che vendono auto con chilometraggio scalato. Un primo tipo di difesa consiste nel guardare scrupolosamente come è redatta l'inserzione. Già da questa analisi è possibile subodorare la truffa. Bisogna innanzittutto star lontani da annunci senza foto o con immagini sgranate. Un altro campanello d'allarme è il prezzo: quando è ampiamente al di sotto delle quotazioni, è bene tenersi alla larga perché nella maggior parte dei casi la sorpresa è dietro l'angolo.

Come scegliere l'auto usata

Visura presso Sportello ACI

Nel caso in cui nell’annuncio sia presente il numero di targa del veicolo in vendita, oppure dopo aver visionato direttamente l'auto dal rivenditore, può essere un'ottima idea spendere 10 euro per una visura presso uno sportello ACI o un’agenzia di pratiche auto. Attraverso questo controllo si può risalire ai dati della vettura: data di immatricolazione, proprietario attuale, numero di precedenti proprietari etc. In tal modo è già possibile riscontrare eventuali incongruenze. Nel caso di numerosi precedenti proprietari potrebbe essere ancora meglio richiedere una visura storica, il cui costo è più alto ma che contiene maggiori dettagli.

Verifica Km reali tramite i tagliandi auto

Un'altra maniera per controllare il chilometraggio effettivo del'auto è quella di richiedere al venditore il libretto dei tagliandi dell’auto. In esso dovrebbero essere contenuti i dettagli degli interventi di manutenzione praticati sull'auto con tanto di autenticazione dell’officina autorizzata.Tutti gli interventi vengono memorizzati nella centralina dell’auto (nel caso delle auto più nuove). Attenzione ai buchi temporali: potrebbero essere sintomo di un'alterazione. 

Contachilometri manomesso: come comportarsi quando si scopre

E nel caso la scoperta avvenga dopo aver acquistato l’auto? L’acquirente ha sempre la possibilità di far valere i propri diritti, tuttavia, deve agire entro il termine della garanzia legale di 24 mesi. In tal caso la prassi prevede l’invio di una raccomandata A/R al venditore in cui si contesta un “difetto di conformità grave”, secondo quanto stabilito dall’articolo 129 del Codice del Consumo. Nel caso la differenza di chilometraggio sia superiore ai 50.000 Km si può esigere la risoluzione del contratto ai sensi dell’articolo 130 del C.d.C. Se la differenza è invece al di sotto dei 50.000 Km si può richiedere una riduzione sul prezzo di vendita. Fondamentale è che la contestazione avvenga entro 60 giorni dalla scoperta del difetto e ovviamente entro l’ultimo giorno del periodo di garanzia legale. Qualora il venditore dovesse essere restio a collaborare si procede alla segnalazione presso l’Autorità garante della concorrenza e del mercato (AGCM) per “pratica commerciale scorretta”. Un’operazione, questa, che non prevede termini di prescrizione e per la quale non è necessario l’ausilio di un legale. Nel caso non si giunga ad un accordo, si dovrà procedere per vie legali rivolgendosi al tribunale competente in base alla propria residenza.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Reddito di cittadinanza? No, grazie. La geniale trovata di Carlo per non lavorare

  • Temptation Island Vip 2019: puntate, coppie e tutte le anticipazioni

  • SuperEnalotto, estratto un 5+1 da mezzo milione di euro. I numeri vincenti di Lotto e 10eLotto

  • SuperEnalotto, estratto il 6 da 66 milioni di euro. I numeri vincenti e le combinazioni di Lotto e 10eLotto

  • Oroscopo Paolo Fox, la classifica della settimana dal 16 al 22 settembre 2019

  • Reddito di cittadinanza, sospensione temporanea: chi riguarda e come funziona

Torna su
Today è in caricamento