Migranti, Fico si smarca dal governo: "l'anima di sinistra" del M5S convince i militanti Pd

"Dalla Diciotti dovevano scendere tutti il primo giorno": il presidente della Camera incassa applausi alla Festa dell'Unità. Ma di qui a pensare che ci possa essere un avvicinamento Pd-M5S ce ne passa. L'asse Di Maio-Salvini non contempla le sfumature di Fico

Il presidente della Camera Roberto Fico nella sala dibattiti della Festa Pd di Ravenna, dove partecipa ad un incontro con Graziano Delrio, 3 settembre 2018. ANSA/TOMMASO ROMANIN

"Non c'è dubbio che dalla Diciotti le persone dovevano scendere sul territorio italiano il primo giorno e non si doveva aspettare tutto questo tempo. E' una questione su cui ho lavorato molto". Lo ha detto il presidente della Camera, Roberto Fico, incassando alla Festa dell'Unità di Ravenna l'applauso del pubblico di militanti Dem. Era la prima volta che un esponente dei Cinque Stelle partecipava, da ospite, alla Festa dell'Unità, un tempo simbolo dell'estate italiana "di sinistra". Fico è considerato l'anima di sinistra del M5S, ed è naturale che sia diventato l'interlocutore più affine al Pd. Ma di qui a pensare che ci possa essere un avvicinamento Pd-M5S ce ne passa. L'asse Di Maio-Salvini non contempla le sfumature di Fico.

"I centri di detenzione in Libia sono dei veri e propri lager, ci sono torture, le donne sono violentate", ha aggiunto Fico, ribadendo che "non dobbiamo polarizzare sempre gli scontri sull'immigrazione, dobbiamo ragionare, queste sono persone che hanno bisogno di una mano e dobbiamo comprendere come aiutarle".

"Non me ne frega di rispondere a Salvini"

"Non ho bisogno di difesa, di creare la polemica continuamente, non me ne frega neanche di rispondere a Salvini... Il Movimento Cinque stelle io l'ho costruito, conosco il mio Movimento, so che nel contratto di governo si muove ma al di là di quello...". Così il presidente della Camera ha risposto a Marco Damilano che gli chiedeva se si sentisse isolato anche all'interno del Movimento 5 Stelle per la sua posizione sull'immigrazione e per il contrasto con il ministro dell'Interno Matteo Salvini.

"Modificare trattato di Dublino"

"Bisogna mettere in minoranza i paesi di Visegrad" e "va modificato il trattato di Dublino in una linea che non va verso i paesi di Visegrad ma della ripartizione, se siamo Europa dobbiamo essere solidarietà, dobbiamo costruire un altro regolamento di Dublino con la partecipazione di tutta l'Ue" dice dialogando con Graziano Delrio (Pd), alla festa nazionale dell'Unità a Ravenna.

Cosa ci dicono i numeri sugli sbarchi

"Se arrivi in Italia arrivi in Ue, servono corridoi umanitari seri e controllati con i Paesi in difficoltà e hotspot per analizzare le pratiche per i diritti di asilo", ha concluso Fico.

Delrio: "Fico sensibile, ma non cambia nulla"

"Riconosco che il presidente ha sensibilità su questi temi e ne prendo atto ma non cambia un bel nulla" commenta il capogruppo del Pd alla Camera, Graziano Delrio.

I migranti della Diciotti hanno un 'Mondo Migliore': viaggio nel centro di Rocca di Papa

"Non si sequestrano persone su una nave, Minniti non mi ha mai proposto di fare cose illegali", ha ripreso Delrio a proposito della differenza di sensibilità tra lui e il ministro dell'Interno nel governo di centrosinistra. "Mi meraviglio che non si siano levate più voci nel Movimento cinquestelle su questa barbarie", ha concluso Delrio.

Voci critiche: "Ma come si fa ad applaudire Fico?"

"Io non sono del Pd, ma, come si fa ad applaudire uno come Fico? Ci ha insultato per anni, fa parte di un partito che sta rovinando l'Italia e alleato con la peggiore destra". Lo afferma il leader dei Moderati, Giacomo Portas, eletto alla Camera nel Pd.

Migranti, Conte non convince Babis: Praga dice no ai ricollocamenti

Diverso il commento del senatore Dem  Edoardo Patriarca. "Salvini e Di Maio se ne facciano una ragione. Dentro la maggioranza ci sono persone, come Fico, le quali ritengono che le vite in mare debbano essere sempre salvate. La vicenda della Diciotti dimostra che non c'è nessun progetto per l'accoglienza". "In questi giorni abbiamo visto instillare da parte del governo il germe del sospetto negli italiani, ed è dannoso seminare la cultura della paura. L'Europa aiuti di più l'Italia, ma il governo la smetta col tragico balletto di lasciare per giorni in mare persone che sono su un'imbarcazione", conclude Patriarca.

Guarda anche

Suona l'inno di Mameli, il presidente della Camera Fico resta con le mani in tasca

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Mentre accanto il sindaco Orlando si portava la mano al cuore, Fico si è mostrato "distaccato" durante l'esecuzione dell'inno nazionale al porto dopo l'arrivo della nave della Legalità. Giorgia Meloni."Un presidente della Camera con le mani in tasca durante l’Inno d’Italia è semplicemente indegno".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Reddito di cittadinanza? No, grazie. La geniale trovata di Carlo per non lavorare

  • Temptation Island Vip 2019: puntate, coppie e tutte le anticipazioni

  • SuperEnalotto, estratto il 6 da 66 milioni di euro. I numeri vincenti e le combinazioni di Lotto e 10eLotto

  • Estrazioni Lotto, SuperEnalotto e 10eLotto di giovedì 12 settembre 2019: i numeri vincenti

  • Estrazioni Lotto, SuperEnalotto e 10eLotto di oggi sabato 14 settembre 2019: i numeri vincenti

  • Oroscopo Paolo Fox, la classifica della settimana dal 16 al 22 settembre 2019

Torna su
Today è in caricamento