Elezioni, la campagna degli orrori: "4 marzo giorno fatidico per l'Unione Europea"

In Francia, così come in Europa, attendono con timore i risultati delle elezioni italiane, e su Le Monde appare un endorsement per Emma Bonino

Vista da fuori la campagna elettorale si presenta come "décousue", sconnessa, slabrata, violenta. L'Europa ci guarda e osserva con timore ancor prima i modi in cui l'Italia si avvia alle elezioni politiche. I sondaggi dipingono i risultati delle elezioni politiche del prossimo 4 marzo lasciando nell'incertezza politica il Bel Paese. 

Dalla Francia il quotidiano Le Monde non usa mezze parole per definire lo scrutino italiano come "l'ultimo candidato al box office dei film d'orrore che si sono visti e ripetuti dopo quelli del referendum sulla Brexit, le elezioni in Francia, in Austria, in Germania e in Catalogna".

"Lo scenario è stranamente familiare: diffidenza dell'elettorato nei confronti delle istituzioni e dei partiti politici tradizionali, crisi dell'immigrazione, crescita dell'estrema destra e del Movimento 5 stelle che figura come il favorito, rigetto dell'Europa in un Paese che fu uno dei più importanti sostegni, e incertezza totale dei risultati, per coronare il tutto".

Le Monde raccoglie lo sguardo della candidata radicale Emma Bonino che viene descritta così:

"Se l'Europa fosse una persona si chiamerebbe Emma Bonino. Questa italiana di 69 anni, appassionata di libertà, di democrazia e di giustizia, ha portato avanti ogni sorta di battaglia da quattro buoni decenni a questa parte. E' stata deputato e ministro nel suo Paese, parlamentare e commissario europeo. In termini di scontri elettorali ha visto quasi tutto. Ma quello a cui assiste oggi, questa campagna 'slabbrata' per le elezioni politiche del 4 marzo, in cui lei difende i colori del suo nuovo movimento, non l'avrebbe senza dubbio immaginata".

Questo 4 marzo - sottolinea Le Monde - si annuncia decisamente come un giono fatidico per l'Europa. 

Fonte: Le Monde →

In Evidenza

Più letti della settimana

Potrebbe interessarti

Torna su
Today è in caricamento