Domenica, 7 Marzo 2021
Delirio di vita

Delirio di vita

A cura di Lucilla Vianello

La vita è una: vivetevi

(Foto Pixabay)

L’altra sera ero con mia figlia sul suo letto a fare due chiacchere e mi ritrovo a dirle “tesoro, qualsiasi cosa, cerca di essere felice il più possibile”. Nel momento esatto in cui mi escono queste parole mi sono chiesta perché allora ho passato tanto tempo a non esserlo? Rinchiusa per anni in un ruolo che non era il mio. Portavo una maschera fatta di paure e di infelicità. E sì, perché ci si ritrova a condurre una vita che non è assolutamente quella che vogliamo e, nonostante questo, nonostante la coscienza netta e totale di questo, continuiamo imperterriti nella routine. Non riusciamo a dire basta e troviamo scuse su scuse: i figli, il partner, il lavoro, i soldi, la società, i parenti, gli amici. Chissà che diranno. Chissà cosa penseranno. Meglio magari crearsi una vita parallela fatta di sotterfugi e menzogne coprendo il nostro vero io a tutti, ma specialmente a noi stessi.

Eppure la vita è una. Ma solamente chi ha ricevuto un grosso spavento riesce a capirlo. Solo chi si è trovato ad avere una seconda chance. A quel punto tutte le paure e i punti interrogativi spariscono e si da vita alla nostra vera vita. Gli altri…bè…sono e saranno incatenati sempre fino al momento preciso in cui avranno il coraggio per amarsi. E sì perché la cosa fondamentale che questa società non ci ha mai insegnato è l’amore totale verso noi stessi prima che verso gli altri.

Amarsi per noi è sinonimo di egoismo, di presunzione, di cattiveria, di non essere parte integrante del mondo in cui viviamo fatto di continui soprusi e dictat. Cosa succederebbe se andaste ora dal vostro compagno/a a dirle “ti voglio bene ma non voglio più stare accanto a te perché non sono felice?” Paura eh? Ma paura di cosa…di farlo soffrire? E perché, voi, come state allora? E il bello è che non vi accorgete neanche dell’infelicità dell’altro. Perché anche l’altro è sotto botta e vive al vostro fianco tipo automa. Chiudete gli occhi e immaginatevi nel vostro posto preferito. Soli. Bella sensazione vero? E allora perché continuate a mentire a voi stessi?

Fatelo questo salto. Non aspettate di avere un brutto colpo come è successo a me. Io sono cambiata per forza. Tutta la vita davanti come un film in bianco e nero. Non a colori. Prendetevi per mano. Uscite. Fatevi un giro in moto. In macchina. Senza meta. Se non quella di capire che gli anni che vi restano ve li dovete vivere felici e facendovi anche qualche bella risata. Ca va sans dire...

Si parla di
Today è in caricamento