rotate-mobile
Venerdì, 21 Gennaio 2022
Spazio, l'Universo a casa tua

Opinioni

Spazio, l'Universo a casa tua

A cura di Chi ha paura del buio?

Un anno dal crollo del radiotelescopio di Arecibo

Ancora oggi ogni foto è un colpo al cuore. La triste notizia arrivò esattamente un anno fa dalla National Science Foundation: la piattaforma sospesa al di sopra dell'immenso paraboloide da 305 metri di diametro è collassata, distruggendo il rdiotelescsopio più famoso al mondo. L'immagine, presa da uno dei satelliti Pleiades di Airbus, mostra quello che rimane di uno dei più iconici strumenti scientifici dell'era moderna.

L'usura del tempo (la prima luce fu nel lontano 1963), i danni causati dai recenti uragani e le recentissime rotture hanno definitivamente distrutto il radiotelescopio. In realtà il progetto venne già chiuso e il radiotelescopio decommissionato qualche giorno fa, proprio in seguito alla rottura di alcuni cavi che avevano causato dei primi grossi danni al paraboloide da 305 metri di diametro. Ma attorno alle 8 di mattina portoricane il dramma definitivo: la piattaforma sospesa da 900 tonnellate al di sopra della parabola ha ceduto, cadendo sulla parabola stessa distruggendola. Il telescopio sarebbe stato comunque smantellato, ma nessuno voleva una fine così ingloriosa.

Arecibo è sempre stato l'icona che legava in qualche modo scienza e fantascienza, soprattutto grazie al progetto SETI e a quel desiderio che in fondo risiede dentro tutti noi di sapere se c'è qualcuno, la fuori, o se siamo veramente soli in un universo grande e fantastico. Arecibo ha accompagnato intere generazioni in questi 57 anni. Generazioni di scienziati, generazioni di sognatori, generazioni di bambini, che guardando pellicole come Contact si sono innamorati della vastità incommensurabile del cosmo, dei suoi misteri, delle sue leggende.

Grazie di tutto, Arecibo.

«Per piccole creature come noi la vastità che ci circonda è sopportabile solo attraverso l'amore.»

Arecibo, 1963-2020.

Si parla di
Sullo stesso argomento

Un anno dal crollo del radiotelescopio di Arecibo

Today è in caricamento