rotate-mobile
Lunedì, 26 Febbraio 2024
Valori, non opinioni

Valori, non opinioni

A cura di Marilia Parente

Caprette senza sentimenti? Assolutamente falso, ecco perchè

"Esistono alcuni animali che provano emozioni come gli esseri umani, non c'è dubbio, ad esempio i gatti o i cani, ma le capre e le vacche non provano dolore nè piacere, se non quando mangiano o soffrono la fame". Tale frase aberrante mi spinge a scrivere queste poche righe, proprio in tempo di Quaresima. Premetto che non amo le condanne e le energie impiegate in attacchi ed offese da una piccola fetta di animalisti che, più che difendere i diritti degli amici di pinna, di piuma e di zampa, trascorrono il loro tempo a colpire facili bersagli con il solo intento di dar sfogo a rabbia e frustrazione (usando metodi poco dissimili da quelli da loro stessi combattuti). Ma trovo assolutamente inaccettabile l'osservazione sopra riportata che, purtroppo, è più diffusa di quanto si pensi.

Caso vuole, tempo fa, ho avuto modo di recarmi presso una fattoria per un'intervista sulla valorizzazione dei prodotti del mio territorio. A colpire la mia attenzione, oltre che la natura e gli splendidi fiori della campagna, una capretta immobile, sotto ad un albero. Chiesi al contadino se mi fossi potuta avvicinare per darle del cibo e lui acconsentì. Pochi lievi passi per porgerle l'erbetta e lei si allontanò terrorizzata. A quel punto la osservai meglio: nei suoi occhi, tristezza e timori. Mi chiesi se fosse stata solo mia impressione, ma, incrociando per qualche minuto lo sguardo con il suo, avvertii sempre più forte il suo silenzioso grido d'aiuto. Di più, il suo dolore. Tornai dall'agricoltore per avere maggiori informazioni sul comportamento di quella capretta che, a differenza delle sue simili, mostrava atteggiamenti apparentemente incomprensibili. E così ebbi la prova che quanto il povero animaletto mi aveva trasmesso era esattamente quanto avevo colto. "Lei aveva due caprettini: li hanno sbranati dei cani da caccia. Ha pianto per due giorni ed ora, appena ode abbaiare, ricomincia il suo lamento", racconta il contadino. Potrebbe mai una capretta priva di sentimenti chiamare disperatamente i suoi piccoli scomparsi? Domanderei questo agli autori dell'assurda convinzione con cui ho aperto questo pensiero. Credo che tutti, ma proprio tutti gli animali posseggano dei sentimenti. E probabilmente in maniera decisamente più marcata degli uomini che non sono in grado di scorgerli nei loro occhi.

Chi è Marilia

Si parla di

Caprette senza sentimenti? Assolutamente falso, ecco perchè

Today è in caricamento