Venerdì, 16 Aprile 2021

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Agenzie e tour operator: per noi danni enormi e tanta incertezza

"Siamo uno dei settori più colpiti dall'emergenza coronavirus"

Roma, 30 apr. (askanews) - Chiusura delle attività e grande incertezza sul futuro. Il turismo è uno dei settori più colpiti dall'emergenza coronavirus: non solo strutture ricettive, stabilimenti balneari, intrattenimento legato alle vacanze. Agenzie e tour operator non sanno come ripartire o cosa offrire ai propri clienti.

Michela Faloni, titolare dell'Officina del Viaggio di Roma. "Non sappiamo esattamente come, dove e quando si potrà andare in vacanza e non possiamo dare al momento informazioni corrette ai viaggiatori".

Intanto si calcolano le perdite. "Da quantificare circa in un anno e mezzo di lavoro, abbiamo perso la stagione estiva, la programmazione dell estero, la stagione primaverile con i viaggi scolastici e non sappiamo quando si potrà tornare a viaggiare regolarmente, anche tutto il lavoro che avevamo fatto prima dell emergenza coronavirus, di programmazione, è andato sfumato. Siamo uno dei settori più colpiti e meno menzionati, capiamo che è un settore leasure, di vacanze, ma il danno economico è notevole".

Alcuni al momento non riescono nemmeno a pensare a come ripartire. Luca Di Feo si occupa di tour di gruppo con la Bellatrix viaggi Tour operator di Giffoni Valle Piana (Sa) di cui è amministratore. "Dietro alla realizzazione di un tour c è una filiera di fornitori e addetti ai lavori lunghissima, investimenti, un anno di programmazione , credo che ripartire a breve sia oggettivamente impossibile".

Qualcuno però è speranzoso. Marco Gasparro titolare di Amami Viaggi Tour operator di Salerno: "Pensiamo di ripartire promuovendo destinazioni con attività, siti culturali e spazi all aperto sia per dare ai turisti sicurezza e per fargli godere una meritata vacanza dopo questo periodo difficile".

Il settore si appella al governo che, da parte sua, assicura aiuti. Allo studio un bonus per le famiglie sotto un certo reddito, da spendere nelle strutture d'Italia. Anche agenzie e tour operator, però, vorrebbero essere coinvolti e poterne usufruire.

Intanto, molti si stanno organizzando prima della riapertura, prevista il 18 maggio, con webinair per mantenere i contatti con la clientela e presentare nuove destinazioni; e diversi tour operator hanno lanciato campagne di prenotazione con cancellazione gratuita a pochi giorni dalla partenza per far sentire il viaggiatore più sicuro e tutelato anche in questo momento, in cui non è facile prevedere cosa accadrà nei prossimi mesi.

Si parla di

Video popolari

Agenzie e tour operator: per noi danni enormi e tanta incertezza

Today è in caricamento