Martedì, 13 Aprile 2021

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Bergamo, Regione Lombardia a Gori: non secretiamo dati Covid-19

L'accusa del sindaco: "Decessi reali molti di più degli ufficiali

Milano, 11 giu. (askanews) - Entra a gamba tesa Giorgio Gori, sindaco di Bergamo, nella polemica sulla Regione Lombardia e i dati sul Covid 19. Con un tweet che accusa chiaramente i vertici lombardi.

"Leggo che in #Lombardia ieri ci sono stati 32 decessi per #Covid. Non si sa però dove, in quale provincia, perché la Regione non comunica più i dati divisi. Da quando abbiamo segnalato che i decessi reali erano molti di più di quelli "ufficiali", hanno secretato i dati per provincia".

Quanto scrive Gori, "non corrisponde al vero ed è privo di qualsiasi fondamento", replicano dal Pirellone. "La diffusione

dei dati relativi al Coronavirus da parte di Regione Lombardia verso le autorità sanitarie e verso i mezzi di informazione non è cambiata". Per poi andare alla carica: sostenere che "la Regione secreti i dati non fa onore a chi rappresenta le Istituzioni".

Il tutto dopo un repentino cambio di rotta lombardo sul Welfare, con un Nuovo direttore generale, Marco Trivelli, che il 18 giugno lascia la guida degli Spedali civili di Brescia. E soprattutto mentre il premier Giuseppe Conte si prepara a incontrare i Pm della Procura di Bergamo che indagano sulla gestione della zona rossa e Val Seriana.

Si parla di

Video popolari

Bergamo, Regione Lombardia a Gori: non secretiamo dati Covid-19

Today è in caricamento