Mercoledì, 24 Febbraio 2021

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Cdm approva autonomia Coni, Italia ai Giochi con bandiera e inno

Malagò chiama Bach: soddisfazione per la notizia

Il Consiglio dei ministri ha approvato un decreto legge sull'autonomia del Coni. Il provvedimento attribuisce al CONI una propria dotazione organica di personale, anche dirigenziale "al fine di assicurare la piena operatività del Comitato olimpico nazionale italiano e la sua autonomia e indipendenza quale componente del Comitato olimpico internazionale (CIO)".

È previsto che il personale di Sport e Salute S.p.a. già dipendente del CONI alla data del 2 giugno 2002 che, alla data di entrata in vigore del decreto, presta servizio presso lo stesso ente in regime di avvalimento, sia trasferito nel ruolo del personale del CONI con qualifica corrispondente a quella attuale, fatta salva l’opzione per restare alle dipendenze di Sport e Salute.Il completamento della pianta organica del CONI avviene mediante concorsi pubblici per titoli ed esami, con riserva del 50 per cento dei posti messi a concorso al personale dipendente a tempo indeterminato della società Sport e Salute in avvalimento presso il CONI che non rientra nel previsto trasferimento. Ai fini del perseguimento delle finalità istituzionali del CONI, il testo prevede il trasferimento a quest’ultimo di impianti sportivi e fabbricati specificamente individuati.

Il provvedimento arriva alla vigilia della riunione a Losanna, in Svizzera, dell'esecutivo del Cio (Comitato Olimpico Internazionale) che ha all'ordine del giorno la questione e che dovrebbe dunque allontanare lo spettro della sospensione del Coni. Il presidente Giovanni Malagò ne ha dato notizia in una telefonata al presidente del Cio, Thomas Bach.

Gli atleti dell'Italia corrono il rischio di gareggiare senza divisa, inno e bandiera ai Giochi Olimpici di Tokyo, che prendono il via il 23 luglio, per la questione dell'autonomia dello sport, che rappresentava una violazione della carta olimpica.

Si parla di

Video popolari

Cdm approva autonomia Coni, Italia ai Giochi con bandiera e inno

Today è in caricamento