Lunedì, 26 Luglio 2021

Coronavirus, in Rete un'ondata di fake news su come combatterlo

Dalla Vitamina C al video in cui si spiega come fare mascherine

Roma, 12 mar. (askanews) - Fake news ai tempi del coronavirus e che viaggiano velocemente sulla Rete. C'è un audio che circola su whatsapp: è una donna che invita a comprare la vitamina C per combattere il coronavirus e perfino per "prevenirlo".

Un audio diventato virale e che ha indotto numerose persone, molte anziani, a recarsi frettolosamente in farmacia per comprare il Cebion. Si tratta però dell'ennesima bufala, da cui tutti gli ospedali si dissociano. "Smentisco categoricamente la notizia - ha detto Andrea Gori, direttore Malattie Infettive del Policlinico di Milano - Le terapie che utilizziamo per trattare i pazienti con coronavirus al Policlinico, così come al Sacco e al San Gerardo, sono standardizzate perché sono state decise dai primari di malattie infettive di tutta la Regione Lombardia in modo coordinato. E la vitamina C non è assolutamente contemplata".

E poi, sempre in Rete, circola l'invito a bere acqua e bevande calde perchè le alte temperature uccidono il virus, o consumare estratti di cipolla. Bufala anche questa.

Poi c'è questo video, in cui una donna invita a realizzare mascherine anti-virus fatte in casa. Tutto ancora falso. Le uniche mascherine, oramai introvabili o accessibili a prezzi stellari, sono le FFP3.

Infine ci sono le famose catene di Sant'Antonio o i messaggi che incutono al terrore. Non da ultimo, che il mondo si fermerà completamente per 21 giorni, dopo l'annuncio della Organizzazione Mondiale della Sanità che ha dichiarato il coronavirus pandemia.

Si parla di

Video popolari

Coronavirus, in Rete un'ondata di fake news su come combatterlo

Today è in caricamento