rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022

Coronavirus, l'Austria riapre i confini con l'Italia

Da oggi rimossa anche recinzione fra Gorizia e Nova Gorica

Roma, 16 giu. (askanews) - Un'immagine che parla da sola: camion e tir che attraversano il Brennero e il confine tra Italia e Austria. Si riparte. Riaprono infatti le frontiere tra i due paesi, chiuse a causa delle restrizioni imposte dall'emergenza coronavirus.

Riaperture differenziate, però, all'interno dell'area Schengen. Dal 15 giugno, infatti, hanno revocato le restrizioni alla circolazione Germania, Francia, Belgio, Paesi Bassi, Grecia e Repubblica Ceca.

La Germania ha già riaperto ai viaggi da 27 paesi europei, compresa l'Italia, ma escluse la Spagna, la Finlandia e la Norvegia. L'allerta infatti viene sostituita da avvisi per i diversi Paesi.

Altri Paesi, come l'Italia, la Bulgaria, la Croazia, l'Ungheria, la Lettonia, la Lituania, l'Estonia, la Slovacchia e la Slovenia hanno già iniziato nei giorni scorsi a revocare le restrizioni per gli stranieri che entrano nei loro Paesi.

L'Austria, che aveva già aperto alla maggior parte dei vicini, da oggi 16 giugno revocherà le restrizioni per altri 31 Paesi tra cui l'Italia.

Rimossa anche la recinzione fra Gorizia e Nova Gorica: riaperti già i confini per i residenti in Friuli Venezia Giulia.

Anche la Svizzera, come Twitta il ministro degli esteri Di Maio, ha riaperto i propri confini con l'Italia.

La Spagna, che aveva annunciato di voler riaprire le frontiere l'1 luglio, ha annunciato la riapertura al 21 giugno, escluso il Portogallo.

Si parla di

Video popolari

Coronavirus, l'Austria riapre i confini con l'Italia

Today è in caricamento