Domenica, 28 Febbraio 2021

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dal 30 settembre "Dio Salvi la Regina", una commedia ribelle

Una donna dichiara l'indipendenza della sua casa dallo Stato...

Roma, 29 set. (askanews) - Dal 30 settembre al cinema la commedia "Dio Salvi la Regina" diretta da Andrés Arce Maldonado e scritto da Sibilla Barbieri. Un film ironico e "ribelle" che guarda al molto piccolo per parlare del grande e che pone sul tavolo un tema attuale, ricordandoci però che alla fine, un popolo, è soprattutto una grande famiglia.

"Dio salvi la Regina" racconta la storia di Diana, madre e medico della mutua, una donna normale con una vita normale che decide di fare un poetico atto di insubordinazione sociale: dichiarare l'indipendenza della sua casa dallo Stato italiano, nella speranza di salvare il suo "popolo".

Tutti i protagonisti - la piccola famiglia e gli amici che ogni giorno si presentano non invitati nella sua casa - saranno condizionati da questa singolare scelta e proiettati verso un nuovo modo di rapportarsi alla vita quotidiana e agli altri. Dovranno affrontare grandi temi come la scelta della lingua, le basi su cui si fonda il diritto, le norme che creano il tessuto sociale, la filosofia con cui educare i figli e futuri cittadini ma, soprattutto, dovranno confrontarsi con la responsabilità che comporta esercitare un potere.

Si parla di

Video popolari

Dal 30 settembre "Dio Salvi la Regina", una commedia ribelle

Today è in caricamento