rotate-mobile
Giovedì, 30 Maggio 2024

Esplosione sul ponte di Crimea, scambio di accuse tra Mosca e Kiev

Cremlino: Da oggi accordo sul grano non è più in vigore

Kerch (Ucraina), 17 lug. (askanews) - Almeno due morti e una campata crollata, è questo il bilancio di un attacco sul Ponte di Crimea a Kerch. Per questo attacco, definito "terroristico", Mosca ha accusato, oltre al governo di Kiev, anche Stati Uniti e Gran Bretagna. Secondo Mosca il ponte, attualmente chiuso al traffico, è stato attaccato da due droni ucraini.

"Il comitato investigativo russo ha aperto un procedimento penale in relazione al danno al ponte di Crimea. Secondo gli investigatori, nella notte tra il 16 e il 17 luglio , una delle sezioni del ponte di Crimea è stata danneggiata a seguito di un atto terroristico commesso dai servizi speciali dell'Ucraina" ha dichiarato Svetlana Petrenko.

Inizialmente Kiev aveva detto che l'incidente sul ponte di Crimea poteva essere un atto di provocazione da parte di Mosca, poi ha confermato le proprie responsabilità.

L'attacco coincide con l'adozione di una decisione sull'accordo internazionale sul grano, in scadenza. Il Cremlino, attraverso il portavoce Dmitry Peskov comunica che "scade oggi, ed è da considerare terminato, l'accordo sul grano", smentendo però ogni correlazione con l'attacco a Kerch.

Si parla di

Video popolari

Today è in caricamento