Lunedì, 10 Maggio 2021

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Fda: No correlazione tra vaccino Johnson e Johnson e trombosi

Aifa: seconda dose per Pfizer e Moderna non oltre i 42 giorni

Milano, 10 apr. (askanews) - Una buona notizia sul fronte vaccini arriva dalla Food and Drug Administration che "non ha trovato una relazione causale" tra la vaccinazione con il siero Johnson & Johnson e casi di trombosi. L'ente regolatore per i farmaci negli States è a conoscenza dei casi di persone con gravi coaguli di sangue - a volte collegati a bassi livelli di piastrine - dopo la somministrazione di J&J" e ha sottolineato "che queste condizioni possono avere molte cause diverse", precisando che continuerà a investigare.

Sul fronte italiano dei vaccini invece l'Aifa ribadisce: La seconda dose per Pfizer e Moderna non deve essere somministrata oltre i 42 giorni dalla prima. L'intervallo "ottimale tra le dosi è, rispettivamente, di 21 giorni per il vaccino di Pfizer-BionTech e di 28 giorni per quello di Moderna".

Intanto il commissario straordinario Francesco Figliuolo ha firmato la nuova ordinanza sui vaccini. Nel testo, che recepisce le indicazioni del premier Mario Draghi, la priorità è data agli over 80 e alle persone fragili, ma chi ha già iniziato il ciclo vaccinale lo terminerà col medesimo vaccino.

Si parla di

Video popolari

Fda: No correlazione tra vaccino Johnson e Johnson e trombosi

Today è in caricamento