rotate-mobile
Martedì, 16 Aprile 2024

Francia paralizzata, in piazza contro la riforma delle pensioni

Manifestazioni e proteste in tutto il Paese

Parigi, 31 gen. (askanews) - Francia paralizzata per lo sciopero nazionale: la seconda ondata di proteste contro i piani del presidente Emmanuel Macron di innalzare l'età pensionabile da 62 a 64 anni.

Otto grandi sindacati hanno aderito: chiuse scuole, raffinerie di petrolio, fermo il trasporto pubblico con gravi disagi: solo un treno ad alta velocità su tre in funzione e solo due linee della metropolitana senza conducente funzionanti a Parigi. Ma i cittadini sono solidali: "Penso che sia normale che la gente protesti, che non voglia lavorare più anni, più di prima e capisco perfettamente che stiano scioperando, che siano tutti per strada, hanno ragione", dice una parigina.

Manifestazioni in tutto il Paese, da Parigi a Marsiglia a Nizza. Secondo il ministero degli Interni, sono state mobilitate circa 11.000 forze di polizia, di cui 4.000 nella capitale per la paura di disordini. La prima giornata di iniziative il 19 gennaio, aveva richiamato in piazza più di un milione di persone.

Secondo i sindacati il 50 per cento dei docenti ha aderito all'agitazione e si sono uniti alla protesta molti studenti delle superiori e delle università, alcune decine hanno anche occupato l'ateneo a Parigi.

Il governo Macron sta portando avanti le sue riforme malgrado i sondaggi suggeriscano che due terzi degli elettori siano contrari alle modifiche. Il presidente insiste che la riforma è "essenziale" per "il funzionamemto futuro del sistema pensionistico".

In piazza anche il leader della sinistra radicale francese Jean-Luc Melenchon: "Stiamo assistendo a una giornata storica. Il signor Macron è sicuro di perdere", ha dichiarato.

Si parla di

Video popolari

Francia paralizzata, in piazza contro la riforma delle pensioni

Today è in caricamento