Lunedì, 1 Marzo 2021

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'ex aeroporto Tegel tra i 6 mega-centri per vaccinarsi a Berlino

Piano ambizioso, coinvolge anche padiglioni fiere e sale concerto

Berlino, 27 nov. (askanews) - Davanti al vecchio aeroporto Tegel a Berlino uno striscione arancione di una compagnia aerea dà ancora il "benvenuto" ai viaggiatori, ma prossimamente a venire in quello che fino all'8 novembre 2020 è stato il principale scalo della capitale tedesca saranno migliaia di persone pronte a ricevere il vaccino anti-Covid.

L'ex capo dei pompieri di Berlino, Albrecht Broemme, che è stato incaricato dal sindaco di organizzare i sei centri di vaccinazione della città, uno dei quali è Tegel, ha spiegato:

"Sappiamo che dobbiamo vaccinare 20.000 persone al giorno e ci hanno chiesto se potevamo farlo in uno stesso posto. La risposta è 'no', non c'è un posto sufficientemente grande e l'organizzazione sarebbe stata molto complicata. Ho riflettuto sul numero di centri di cui avremmo avuto bisogno, con 6 centri, raggiungiamo un numero ottimale nella ripartizione di diversi angoli della città, qui, questo è un luogo facilmente raggiungibile per Berlino nord, e per accogliere tra le 3.000 e le 4.000 persone per centro e al giorno".

"Innanzitutto la questione era capire come rendere possibile la vaccinazione di così tante persone, una dietro l'altra: un vaccino dura circa 2 minuti, l'iniezione, i documenti, ci sono dei tempi preparatori, bisogna arrotolare la manica e così ho pensato a un sistema, di quante cabine ho bisogno, allo spazio necessario per le persone affinché possano raccontare il loro passato medico e tutto questo organizzato in modo da non creare imbottigliamento".

La Germania conta di disporre del vaccino dal primo trimestre del 2021 e sta preparando un ambizioso piano che prevede una sessantina di centri di questo tipo in tutto il paese, a cui si aggiungeranno delle equipe mobili.

Il governo garantirà l'acquisto e la fornitura delle dosi, mentre i Laender forniranno siringhe, aghi, cerotti e gel igienizzante. Sempre i governatori regionali dovranno designare i luoghi dove si terranno le vaccinazioni di massa: padiglioni di fiere, sale concerto, palazzetti del ghiaccio o grandi impianti sportivi.

Il piano è ambizioso, ma il vaccino non sarà obbligatorio, ha ribadito il ministro della salute tedesco, Jens Spahn. Tra le altre strutture prese in considerazione a Berlino anche l'ex aeroporto di Tempelhof.

Si parla di

Video popolari

L'ex aeroporto Tegel tra i 6 mega-centri per vaccinarsi a Berlino

Today è in caricamento