rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022

"La terra dei pirla", ridere con Germano Lanzoni della quarantena

Le strabilianti avventure distanziate di un inguaribile giullare

Milano, 4 ago. (askanews) - Ridere e riflettere della quarantena ma sempre col sorriso sulle labbra. Il popolare comico e attore Germano Lanzoni ha voluto raccontare in modo originale questi mesi nel suo primo libro "La terra dei pirla. Le strabilianti avventure distanziate di un inguaribile giullare" edito da Bur-Rizzoli.

"Mi hanno invitato in questa sfida, cioè a raccontare quel periodo in modo intelligente, leggero ma non banale, con visioni future. La cosa più difficile di scrivere un libro è stata leggerne uno per capire che tipo di prodotto fosse... Poi ho cominciato a fare quello che Montale diceva, testimoniare in modo fresco perchè la testimonianza quando è giovane è più vera. Per cui ho scritto tutto quello che mi capitava durante la quarantena e appena dopo".

Amatissimo per il personaggio del Signor Imbruttito ma anche come voce ufficiale del Milan, in realtà Germano è molto di più, oltre l'apparenza nel suo libro rivela il lato privato e intimo di un artista che si mette a nudo.

"Di me c'è quasi tutto, racconto di me al 100%, nel libro si scopre la persona oltre che il personaggio, e poi si scoprono molte cose curiose ad esempio che non abito in area c. Il personaggio abita in area c la persona dove può".

Brillante e coinvolgente, è uno dei pilastri del cabaret milanese d'autore, ma Lanzoni è un giullare moderno e per questo si rivolge a tutti raccontando le difficoltà quotidiane del lockdown.

"La terra dei pirla non è soltanto la mia città e neanche l'Italia è proprio il pianeta. È una storia che è capitata un po' a tutti, questa è la cosa straordinaria e tragica di questo momento, il libro è rivolto a tutti quelli che dopo questo periodo vogliono continuare a crescere e a perseguire i propri obiettivi come se non ci si sia fermati per sempre. Abbiamo avuto un'opportunità di sospenderci".

Un flusso di coscienza su circa 70 giorni di clausura a stretto contatto con le figlie e la compagna per riscoprire quello che conta davvero ma sempre in chiave ironica.

"Non ho mai fatto in 35 anni di carriera 60 giorni di fila a casa senza fare spettacoli, e quando ho ripreso ho detto alla mia compagna: guarda sono 70 giorni che sono a casa tutte le sere, e lei: lo so, non ho mai fatto così poco l'amore come in questo periodo"

Ridere mettendo al centro l'essere umano per Germano Lanzoni è la ricetta per superare qualsiasi ostacolo. La sua straordinaria capacità di comunicare e di empatia lo hanno portato a diventare professore aggiunto all'Università Bicocca e founder di HBE - Human Business Entertainment. A lui piace definirsi il più grande pirla in circolazione, ma di cose da dire che meritano di essere lette e ascoltate, ne ha davvero tante.

Si parla di

Video popolari

"La terra dei pirla", ridere con Germano Lanzoni della quarantena

Today è in caricamento