Giovedì, 24 Giugno 2021

Un viaggio tra diverse sonorità nel nuovo lavoro di Giaime

"Figlio maschio" è autobiografico nel titolo e nel contenuto

Milano, 27 mag. (askanews) - Ha oltre 200 milioni di stream, Giaime, classe 1995, ha ottenuto il Disco di Platino con "Mi ami o no" e "Fiori" ora esce con "Figlio maschio" il suo nuovo album. "L'album si chiama "Figlio maschio" perchè come dimostra la cover sono io, che sono l'unico figlio maschio della mia famiglia ed è autobiografico nel titolo e nel contenuto del disco. Racconto aspetti e lati della mia persona anche in forma di metafora e non in maniera esplicita".

Composto da 14 brani, di cui 13 inediti, l'album vanta importanti collaborazioni. "Rose Villain, Nashley, Chadia Rodriguez, Guè Pequeno, Jake La Furia sono tutte collaborazioni chiamate dall'atmosfera delle canzoni che erano già pronte a parte soli con Rose Villain, tutte le altre canzoni sono state pre impostate da me e realizzate insieme ai nomi che ritenevo più adatti musicalmente a quelle tracce specifiche".

Un percorso fra pezzi più conscious, con sonorità a metà strada tra il pianoforte classico e la trap, passando per brani più pop e fresh, fino a toccare il reggaeton, il punk-pop e il rap. "Credo che sia completo rispetto a quello che volevo esprimere e alla musica che volevo tentare di fare, spero venga preso per il disco che io sento, ossia un disco variegato con più sfaccettature e luoghi"

Testi e argomenti profondi si intervallano a tematiche più leggere, atmosfere eteree lasciano il passo a beat incalzanti, per un mix che strizza l'occhio ai più giovani.

Si parla di

Video popolari

Un viaggio tra diverse sonorità nel nuovo lavoro di Giaime

Today è in caricamento