Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Yumi, il robot collaborativo che fa 450 test sierologici all'ora

Il progetto del Politecnico di Milano con Abb e Ieo

 

Milano, 25 ago. (askanews) - I robot alleati nella lotta al coronavirus. Al Politecnico di Milano hanno progettato Yumi, il robot collaborativo di ABB, perché sia in grado di aiutare a sveltire le procedure dei test sierologici negli ospedali. A regime potrebbe automatizzare fino al 77% delle operazioni necessarie per svolgere i test e analizzare fino a 450 campioni all'ora.

Il robot si occupa di lavare le piastre usate per analizzare il siero del paziente. Un gesto banale e ripetitivo come azionare un piccolo pistone che va però fatto al momento giusto e con accuratezza dal tecnico di laboratorio, costretto a eseguirlo migliaia di volte per migliaia di test. Lo scopo del progetto, sviluppato dal Politecnico di Milano in collaborazione con ABB e IEO, è far sì che la parte più ripetitiva dell'operazione sia affidata a Yumi. Nell'ottica di velocizzare e aumentare la capacità di eseguire sierologici, due fattori fondamentali per combattere la pandemia.

Della automatizzazione parziale del protocollo dei test sierologici si è occupato Andrea Zanchettin, Dottore di Ricerca con esperienza nella robotica collaborativa e oggi professore associato al Dipartimento di Elettronica, Informazione e Bioingegneria del Politecnico di Milano. Il test sierologico è stato messo a punto nei laboratori dell Istituto Europeo di Oncologia di Milano dal gruppo composto da Marina Mapelli e Sebastiano Pasqualato, biochimici, e Federica Facciotti, immunologa, sulla base del protocollo elaborato al Mount Sinai, New York da Florian Krammer. 25 ago. (askanews) -

Potrebbe Interessarti

Torna su
Today è in caricamento