rotate-mobile
Domenica, 5 Dicembre 2021

Importi e funzionamento del bonus per mobili ed elettrodomestici

Il bonus per l’acquisto di mobili ed elettrodomestici è stato esteso anche a tutto il 2017, ma a patto che l’intervento sull’immobile cui si riferiscano sia iniziato dall’1 gennaio 2016 in poi.

Il bonus mobili ed elettrodomestici opera per interventi sugli immobili cui quei mobili o elettrodomestici sono destinati. Per ottenere il bonus occorre che sugli immobili siano effettuati interventi di manutenzione ordinaria o manutenzione straordinaria, di restauro e risanamento conservativo o di ristrutturazione edilizia.

Il bonus copre anche le spese di trasporto e montaggio di mobili ed elettrodomestici e vale per tavoli, sedie, letti, armadi come pure frigoriferi, forni (purché la classe energetica sia A), lavastoviglie, asciugatrici.

Il bonus è valido solo per acquisti effettuati entro il 31 dicembre 2017 e garantisce il recupero del 50% dell’importo speso mediante il sistema delle detrazioni Irpef nella dichiarazione dei redditi, 730 o Unico che sia.

Il bonus vale per spese fino a 10.000 euro, il che significa che si può recuperare un importo massimo di 5.000 euro. Le detrazioni dovranno poi essere ripartite su 10 anni. Le spese in questione devono essere pagate mediante bonifico bancario, bancomat o carte di credito, cioè con sistemi tracciabili; nel caso si saldi il debito in contanti o con assegni non si può accedere al bonus (è poi bene conservare le fatture e le ricevute dei pagamenti relativi alla detrazione richiesta per un periodo di 14 anni, cioè per 4 altri anni dopo che si è terminato di usufruire della detrazione).

Si parla di
Sullo stesso argomento

Importi e funzionamento del bonus per mobili ed elettrodomestici

Today è in caricamento