Venerdì, 25 Giugno 2021
Ecco come ottenerlo

Il bonus di 500 euro per pc, tablet e connessione Internet

È un voucher destinato alle famiglie sotto una certa soglia di reddito. Ecco come ottenerlo da lunedì 9 novembre 2020

Il bonus per pc, tablet e internet veloce arriva da lunedì 9 novembre 2020: da questa data, infatti, si potrà fare richiesta per avere l’incentivo. In sostanza, si tratta di un voucher fino a 500 euro che le famiglie a basso reddito possono sfruttare per avere la connessione veloce a Internet e per dotarsi di un dispositivo per la navigazione come personal computer o tablet. Da lunedì 9 novembre, quindi, il voucher potrà essere richiesto dalle famiglie con Isee (indicatore della situazione economica equivalente) non superiore a 20mila euro.

Cos'è e come avere il bonus di 500 euro per pc, tablet e connessione Internet

A decidere la data del 9 novembre è stato il Comitato banda ultra larga (Cobul), presieduto dalla ministra per l'innovazione tecnologica e la digitalizzazione Paola Pisano. Il Cobul ha preso atto dell'informativa resa dal ministero dello Sviluppo economico e da Infratel (società del gruppo Invitalia vigilata dal Mise) in base alla quale risulta che le offerte commerciali presentate dagli operatori di telecomunicazioni e approvate da Infratel potranno essere fruibili dai nuclei familiari a partire da quella data.

Il "voucher di fase I", quindi, è dedicato alle famiglie con Isee inferiore a 20mila euro e consiste in uno sconto sul canone di abbonamento a servizi di connettività Internet a banda ultralarga in caso di nuove attivazioni di utenze di rete fissa e nella fornitura di un personal computer o tablet. Il contributo per l’acquisto di pc o tablet è erogato solo nel caso di contestuale attivazione del servizio di connettività. Il voucher è del valore massimo di 500 euro, utilizzabile come sconto sul canone Internet e per la fornitura di pc o tablet.

In alcune regioni il bonus riguarda solo i residenti nei comuni agevolati

Il bonus ha lo scopo di incentivare la fruizione di servizi a banda ultralarga in tutta Italia. Alcune regioni, però, hanno chiesto che la misura sia applicabile solo a utenze che si trovano in determinati comuni. Si tratta di Emilia-Romagna, Friuli-Venezia Giulia, Lazio, Liguria e Toscana. Per queste regioni, quindi, l’agevolazione riguarda solo i residenti nei comuni agevolati e gli immobili che si trovano in quell’area. In altre parole, sono esclusi i non residenti e i residenti che chiedono il voucher per case che si trovano in comuni diversi.

Come richiedere il bonus pc, tablet e connessione Internet

Il bonus può essere speso per l’acquisto di servizi di connessione e dispositivi selezionati dagli operatori accreditati sul sito di Infratel Italia, l’ente incaricato dal ministero dello Sviluppo economico della gestione dell’incentivo. Per richiedere il bonus, il beneficiario deve interfacciarsi direttamente con l’operatore di telecomunicazioni che partecipa all’iniziativa Voucher, utilizzando i canali di vendita ordinari (online o nei negozi). Nessun rapporto diretto, quindi, con Infratel Italia, né registrazione sui siti gestiti da Infratel Italia. Gli operatori accreditati e le offerte disponibili sono pubblicate sui siti www.infratelitalia.it e bandaultralarga.italia.it.

Per avere il voucher è necessario sottoscrivere un contratto della durata minima di un anno con un operatore accreditato presso Infratel Italia. Per la domanda di attivazione dell’abbonamento servono documento di identità e codice fiscale. Non solo: il beneficiario dovrà anche dimostrare all’operatore, tramite un’autocertificazione, di avere un reddito Isee inferiore a 20mila euro. La fornitura di personal computer e tablet è sempre associata all’attivazione di una nuova utenza di rete fissa. L’acquisto deve essere contestuale: non è possibile acquistare direttamente il computer o tablet e poi chiedere che il prezzo sia rimborsato tramite voucher.

Il voucher ha un valore massimo di 500 euro. Questa somma può essere divisa dall’operatore entro questi limiti: allo sconto sui servizi di connettività per una durata non inferiore a 12 mesi può essere destinata una somma compresa tra 200 e 400 euro; allo sconto sulla fornitura di un computer o tablet può essere destinata una somma compresa tra 100 e 300 euro. Questa prima fase di erogazione del bonus è parte di un progetto più ampio che, in un secondo momento, prevede anche per le famiglie con reddito Isee superiore a 20.000 euro - ma inferiore a 50.000 - e per le micro, piccole e medie imprese la possibilità di usufruire di voucher per la connessione veloce a internet.

Chi ha un Isee tra i 20 e i 50mila euro dovrebbe ottenere un bonus di 200 euro che potrà utilizzare soltanto per la connessione internet. Bisognerà però aspettare la fine del 2020. Per i voucher alle imprese è stata prevista la cifra di 515 milioni di euro la cui assegnazione avverrà attraverso un incentivo graduale in base alla qualità della connettività. Il Cobul, su proposta del Mise, ha quindi deliberato di attribuire un voucher che va da un minimo di 300 euro a un massimo di 2.500 euro, a seconda la velocità della connessione.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il bonus di 500 euro per pc, tablet e connessione Internet

Today è in caricamento