rotate-mobile
Sabato, 4 Febbraio 2023

Anas entra nel gruppo Ferrovie dello Stato: investimenti per 108 miliardi di euro in 10 anni

Il Gruppo Fs Italiane diventa il primo polo integrato di ferrovie e strade in Europa per abitanti serviti e investimenti

Anas entra nel gruppo Fs: l'assemblea degli azionisti di Ferrovie dello Stato Italiane ha deliberato l'aumento di capitale di 2,86 miliardi di euro mediante conferimento dell'intera partecipazione Anas detenuta dal ministero dell'Economia e delle Finanze.

Il Gruppo Fs Italiane - con l'ingresso di Anas a fianco di Rete Ferroviaria Italiana - diventa il primo polo integrato di ferrovie e strade in Europa per abitanti serviti e investimenti, 108 miliardi di euro nei prossimi dieci anni. 

L'assemblea del gruppo ferroviario ha inoltre nominato i componenti del nuovo Consiglio di amministrazione: il nuovo Cda sarà composto dalla presidente Gioia Ghezzi e da Renato Mazzoncini, Simonetta Giordani, Federico Lovadina e Wanda Ternau. Entrano a far parte del Consiglio Francesca Moraci, in arrivo dal Cda di Anas, e Giovanni Azzone, già rettore e presidente del Politecnico di Milano.

Nella sua nuova configurazione, il gruppo Fs Italiane dispone di una rete infrastrutturale, ferroviaria e stradale, di circa 44.000 chilometri. I 2,3 miliardi di veicoli che percorrono annualmente 64,5 miliardi di km sulle strade e autostrade in gestione ad Anas vanno così a sommarsi al traffico gestito dal gruppo: circa 750 milioni di passeggeri all'anno su ferro (di cui 150 all'estero), 290 milioni su gomma (130 all'estero) e 50 milioni di tonnellate merci.

Fs, con il conferimento di Anas e 81.000 dipendenti, è in grado di sviluppare nel 2018 un fatturato di 11,2 miliardi di euro e una capacità di investimento di 8 miliardi, con un capitale investito di circa 50 miliardi.

Come riporta il quotidiano finanziario Milano Finanza il conferimento di Anas a Fs Italiane permetterà anche di progettare e realizzare strade e ferrovie in modo integrato, riducendo progressivamente gli extra-costi e generando risparmi grazie allo sviluppo coordinato delle opere.

I benefici dell'integrazione saranno immediatamente percepiti anche sui mercati internazionali. Il sistema Italia, infatti, potra' presentarsi all'estero, attraverso Fs Italiane, come soggetto in grado di presidiare l'intera gamma degli interventi e dei servizi legati alle infrastrutture di mobilita'.

Fonte: Milano Finanza →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anas entra nel gruppo Ferrovie dello Stato: investimenti per 108 miliardi di euro in 10 anni

Today è in caricamento