Il governo salva Carige (a spese nostre), Renzi attacca Di Maio e Salvini: "Vergognatevi"

Il Consiglio dei ministri mette nel conto lo stesso intervento del governo Pd targato Gentiloni. E prospetta un'eventuale ricapitalizzazione di Banca Carige con il fondo da venti miliardi creato due anni fa (proprio quello duramente criticato dai 5 Stelle). Le repliche piccate di Salvini e Di Maio

Banca Carige. Foto Ansa

Con un Consiglio dei ministri convocato a sorpresa nella tarda serata di lunedì, durato pochi minuti, il governo gialloverde ha deciso di intervenire per salvare Carige, la storica banca genovese in crisi, commissariata lo scorso 2 gennaio dalla vigilanza bancaria europea, dopo che i suoi azionisti non erano riusciti ad accordarsi su un aumento di capitale che sarebbe dovuto servire a rimborsare un prestito da 320 milioni di euro che la banca aveva ottenuto lo scorso novembre grazie a una garanzia fornita dal resto del sistema bancario italiano.

Un comunicato stringato spiega che "il Consiglio dei Ministri, su proposta del Presidente Giuseppe Conte e del Ministro dell’economia e delle finanze Giovanni Tria, ha approvato un decreto-legge che introduce misure urgenti su Banca Carige S.p.a. - Cassa di risparmio di Genova e Imperia e a tutela della clientela e dei risparmiatori". Il decreto legge partorito ieri sera dal Cdm in favore dell'istituto ligure prevede sostanzialmente due misure principali: ci sarà la garanzia statale sulle future emissioni di obbligazioni da parte di Carige e la possibilità di un intervento diretto nel capitale nel caso si rendesse necessario (e su richiesta dei commissari straordinari). In sostanza, la banca genovese prenderà in prestito altri soldi, ma se non riuscirà a restituirli sarà lo Stato a dover pagare. Cioè noi. E se nei prossimi mesi la Banca centrale europea chiederà a Carige di aumentare il proprio capitale per mettersi al sicuro in caso di crisi finanziarie, gli amministratori straordinari della banca potranno chiedere ed ottenere l'intervento diretto del Tesoro nel capitale. Questo significa una cosa sola: possibile nazionalizzazione, con Bankitalia in campo per fornire liquidità, come fatto un paio d'anni fa con Monte dei Paschi di Siena.

Il governo M5s-Lega e il decreto per il salvataggio di Carige

In pratica, dopo l'intervento dell'Europa preoccupata per la solidità della banca a causa del mancato aumento di capitale prima di Natale, il governo è corso ai ripari per dare assicurazioni al mercato e agli investitori. Non è ancora chiaro se la decisione del governo sia solo prudenziale o se gli amministratori della banca abbiano già in programma emissioni di obbligazioni nelle prossime settimane. Sta di fatto, come detto, che lo Stato interverrà ancora più direttamente se la banca dovesse trovarsi a corto di capitale. In quel caso entrerà direttamente nell'azionariato della banca tramite una "ricapitalizzazione" diventandone con ogni probabilità il controllore. Per intervenire su Banca Carige saranno utilizzati i fondi stanziati con il cosiddetto "decreto salvabanche" del governo Gentiloni, un decreto che il Movimento 5 Stelle aveva criticato fortemente quando venne approvato. Il governo inoltre ha comunicato che intende procedere all'intervento nel pieno accordo con le autorità europee e nel rispetto delle regole dell'Unione sugli aiuti di Stato. E in passato il Movimento 5 stelle aveva contestato anche questi regolamenti e procedure utilizzati dai governi precedenti.

Carige, il botta e risposta Renzi-Boschi-Salvini

Proprio per questi motivi, il Pd è andato all'attacco dei leader della maggioranza gialloverde. Perché "sono bastati dieci minuti di una riunione notturna del Consiglio dei ministri per smentire cinque anni di insulti e menzogne contro di noi. Bene sul caso Carige, ma Matteo Salvini e Luigi Di Maio devono solo vergognarsi". Così su Twitter l'ex premier Matteo Renzi, che in un video ha spiegato la sua posizione: "Salvini e Di Maio si devono vergognare per quello che hanno detto per anni e anni contro di noi. Si devono vergognare per le offese e gli insulti. Hanno truffato gli italiani raccontando storie non vere su di noi: sulla Tav, sulla Tap, sull'Ilva, sulle trivelle... Adesso persino sulle banche. E' proprio vero, puoi ingannare qualcuno per tutta la vita e puoi ingannare tutti per una sola volta. Ma non puoi ingannare tutti per tutta la vita. Con la vicenda delle banche di ieri Salvini e Di Maio devono semplicemente scrivere la parola vergogna".


Sulla vicenda Carige "il governo interviene a sostegno della banca. Bene. Ricordo gli schiamazzi sui 'regali ai banchieri' quando intervenivamo noi. Ora mi auguro solo prudenza e serietà. Propaganda e allarmismi sono molto pericolosi", scrive su Twitter l'ex presidente del Consiglio Paolo Gentiloni. Qui sotto, invece, il commento di Maria Elena Boschi, sempre su Twitter:


A stretto giro, al Pd risponde il vicepremier Matteo Salvini: "Mentre Renzi e Boschi i risparmiatori li hanno ignorati e dimenticati, noi siamo intervenuti subito a loro difesa senza fare favori alle banche, agli stranieri o agli amici degli amici. Bene l'azione a tutela dei risparmiatori liguri e italiani e bene il miliardo e mezzo stanziato in manovra per gli altri cittadini truffati". Anche Di Maio rimanda al mittente le critiche sul "caso Carige". In un lungo post su Facebook il vicepremier scrive:

Quante balle dei giornali, di Renzi e della Boschi sulle banche. Proprio loro parlano! Le smonto tutte in 10 punti che vi prego di diffondere al massimo!

  • 1. Non abbiamo dato un euro alle banche
  • 2. Abbiamo scritto in una legge che se serve lo stato potrà garantire nuovi titoli di Stato e potrà ricapitalizzare. Speriamo non serva.
  • 3. Se si dovesse usare quella garanzia o se si dovessero mettere soldi pubblici, banca Carige deve diventare di proprietà dello Stato. Ovvero deve essere nazionalizzata.
  • 4. In questo modo non ci sarà nessun regalo ai banchieri e nessun azionista e obbligazionista truffato
  • 5. Non sarà come Etruria perché salviamo tutti gli obbligazionisti e correntisti
  • 6. Non sarà come le banche venete perché non la venderemo a due euro dopo averla ripulita dei debiti con i soldi pubblici
  • 7. Renzi e la Boschi che fanno le vittime fanno ridere i polli: se avessero fatto come noi non ci sarebbero stati risparmiatori sul lastrico, ma evidentemente ai loro amici e parenti non conveniva
  • 8. Ora vedremo chi è stato a non restituire i soldi a Carige affossandola
  • 9. ci batteremo in Europa per riformare il sistema di vigilanza bancaria e faremo la separazione tra banche commerciali e d'affari. Cose che nessuno si è mai sognato di fare
  • 10. Noi abbiamo messo 1,5 miliardi per i truffati delle banche di cui è responsabile il vecchio governo. Non ci saranno altri truffati.

Ps: ma secondo voi se stessimo aiutando le banche i media e questi politici falliti continuerebbero a farci la guerra? Svegliaaaaa!!! La Camera dei Deputati si muova ad approvare l'istituzione della commissione di inchiesta sulle banche. Ne vedremo delle belle.

La banca genovese Carige commissariata dalla vigilanza europea

Ricordiamo che la storica banca genovese Carige, da anni in difficoltà anche per una gestione non sempre oculata, è stata commissariata dalla vigilanza della Banca Centrale Europea, dopo che due membri del consiglio d’amministrazione si erano dimessi lo scorso dicembre. La Bce ha scelto come amministratori temporanei della banca tre manager tra cui l’attuale presidente e l’attuale amministratore delegato della banca, Pietro Modiano. Lo scorso 22 dicembre i principali azionisti di Carige, la famiglia Malacalza, hanno bloccato l’aumento di capitale necessario a rimborsare un importante prestito ricevuto dalla banca. Per evitare guai peggiori, lo scorso novembre la banca aveva ricevuto 320 milioni di euro in prestito da un fondo di emergenza alimentato dal sistema bancario italiano. Il prestito avrebbe dovuto essere restituito grazie a un aumento di capitale da 400 milioni di euro, ma i principali azionisti della banca - la famiglia Malacalza che controlla circa il 27% delle azioni - si sono rifiutati di sottoscrivere i circa 120 milioni di aumento di capitale che le sarebbero toccati, bloccando così l'operazione (l'avvocato di famiglia ha ricordato che i Malacalza hanno già investito 400 milioni di euro in varie operazioni di salvataggio). Ecco quindi l'intervento della Bce e, storia di queste ore, quello del governo.

banca carige ansa-2


 

Guarda anche

Renzi silura Bankitalia e Consob: in tour affronta i contestatori delle banche venete

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pensioni, c'è una buona notizia sull'età di vecchiaia

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di sabato 9 novembre 2019

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di martedì 12 novembre 2019

  • Nuovo maxi concorso: oltre 300 posti a tempo indeterminato, si cercano laureati e diplomati

  • Tasse sulla casa, arriva la nuova Imu (e scompare la Tasi): cosa cambia

  • Tasse, chi rischia di pagare di più con la nuova Imu

Torna su
Today è in caricamento