Martedì, 1 Dicembre 2020

“Disponibili i moduli per il reddito di cittadinanza”: l'avviso bufala di Poste Italiane

Un fotomontaggio attribuito al profilo Twitter di Poste ha scatenato ulteriormente il panico dopo le polemiche per le presunte code ai Caf. La polizia: “Fate attenzione, si tratta di una fake news”

Il tweet bufala mostrato a Piazza Pulita, su La7

Il reddito di cittadinanza continua a tenere banco dopo l'esito delle elezioni. Nonostante si tratti di una delle proposte principali del Movimento 5 stelle, uscito dalle urne come primo partito politico, la misura ovviamente non è ancora in vigore, visto che al momento non esiste neanche un governo e non è detto che a guidare il prossimo saranno proprio i pentastellati.

Un chiarimento dovuto, vista la confusione scatenata nelle ultime settimane, tra gli avvisi delle autorità e la polemica delle presunte code ai Caf. A rendere ancor più caotica questa situazione è arrivata l'ultima 'bufala' (o fake news, che dir si voglia), che stavolta ha come protagonista Poste Italiane.

Negli ultimi giorni ha iniziato a circolare in Rete un tweet riferito al profilo di Poste Italiane con scritto: “Sono disponibili in tutti gli uffici i moduli per la richiesta del reddito di cittadinanza. Quantità limitate, affrettatevi”. 

Schermata 2018-03-14 alle 10.19.38-2-2

Ma il post in questione, mostrato anche dalla trasmissione 'Piazza Pulita' in onda su La7, è chiaramente un fotomontaggio realizzato ad arte, come chiarito anche dal profilo Twitter (quello vero) di Poste Italiane.

La polizia: "Si tratta di una fake news"

A mettere ulteriormente in guardia gli italiani su questa nuova bufala sul reddito di cittadinanza ci ha pensato la polizia, che ha chiarito la situazione con un post sulla pagina Facebook 'Commissariato di PS Online – Italia': “Poste italiane: distribuzione moduli per la richiesta del #RedditodiCittadinanza. In queste ore, si sta diffondendo un “#tweet” riportante un presunto avviso da parte di #PosteItaliane S.p.A. sulla disponibilità del ritiro, presso gli uffici postali territoriali, dei moduli per la richiesta del “Reddito di Cittadinanza”. #Poste ha comunicato che si tratta di una notizia completamente falsa, elaborata appositamente con loghi e colori dell’azienda al fine di renderla più credibile”.

La polizia conclude il post con delle raccomandazioni: “Per essere certi sulla veridicità di avvisi e comunicazioni provenienti da enti pubblici o da società che forniscono sevizi pubblici essenziali, è importante consultare i siti istituzionali e non affidarsi ad account o profili appositamente creati per creare disinformazioni su tematiche di notevole impatto sociale”.

Reddito di cittadinanza e reddito di inclusione: facciamo chiarezza

Se non fosse abbastanza chiaro, il reddito di cittadinanza è una misura NON ancora in vigore. L'unica misura simile è il reddito di inclusione (Rei), introdotto durante il governo Gentiloni e messo a disposizione dei cittadini a partire dal 2018.

Rei, via ai pagamenti: a chi spetta la misura contro la povertà

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Disponibili i moduli per il reddito di cittadinanza”: l'avviso bufala di Poste Italiane

Today è in caricamento