rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Spettacoli&Tv

L'ironia politicalmente scorretta di "Ted" conquista il box office

L'irriverente esordio sul grande schermo del creatore de "I Griffith" sbanca il botteghino con l'orsacchiotto di peluche più volgare e divertente che si sia mai visto al cinema

Partenza con il botto per "Ted", l'irriverente debutto sul grande schermo di Seth MacFarlane, il creatore de "I Griffiths".

Dopo aver dato vita ad alcuni tra gli show più intelligenti e innovativi della tv come "American Dad" e "The Cleveland Show", MacFarlane è approdato alla commedia cinematografica, nelle vesti di sceneggiatore e doppiatore.

Sua è infatti la voce di Ted, il peluche sboccato e politicamente scorretto protagonista della pellicola insieme a Mark Whalberg. Il film ha incassato in patria più di 200 milioni di dollari ed è balzato subito in testa alle classifiche italiane dopo appena un giorno di programmazione e ha confermato la posizione dopo il primo weekend in sala (con ben 2 milioni e mezzo di euro).

Ecco la trama ufficiale del film: 
In questa animation comedy, un misto di live-action e animazione in Computer Graphic, si racconta la storia di John Bennett, un uomo adulto che, in seguito all'esaudirsi di un innocente desiderio infantile, ha portato in vita il suo caro orsacchiotto di peluche. Quasi 30 anni dopo, la favola ha raggiunto livelli inaspettati. Ted è riluttante a lasciare l'ormai cresciuto John... senza contare l'avversione che prova la paziente fidanzata di John, Lori Collins (interpretata da Mila Kunis, ndr). Inoltre la situazione è resa più grave dal vicolo cieco in cui si trova la carriera di John e dal suo trascorrere i giorni fumando erba e bevendo birra insieme a Ted. Quando John capisce di dover affrontare quella cosa chiamata età adulta, sarà proprio l'inaspettato aiuto del suo giocattolo d'infanzia a trasformarlo da uomo bambino a uomo maturo.

Battute caustiche e volgari, scene ai limiti del divieto ai minori ma anche tanta ironia e intelligenza (senza dimenticare l'effetto nostalgia dovuto alla rievocazione dei miti degli anni Ottanta)

 

Gallery

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'ironia politicalmente scorretta di "Ted" conquista il box office

Today è in caricamento