Venerdì, 26 Febbraio 2021

Gli imprenditori tornano a scuola: sostenibilità ed economia circolare, le materie

Fare impresa durante la transizione energetica: una sfida per i leader di domani

E chi l’avrebbe mai detto che imprenditori e imprenditrici, ma anche giovani start upper con un’idea innovativa nel cassetto, avrebbero lasciato per qualche tempo le loro scrivanie, conquistate con sudore, e sarebbero ritornati infine, volontariamente, sui banchi di scuola? Eppure è successo e succede ancora, perché di imparare non si finisce mai. A maggior ragione in un periodo storico di transizione come quello che stiamo vivendo, in cui una nuova cultura ambientale e sostenibile sta fiorendo nei più svariati settori, pretendendo un posto al tavolo di ogni azienda.

E allora eccoli lì, i leader d’azienda di domani, alle prese con lezioni di capitalismo etico, sostenibilità ambientale, economia circolare, transizione energetica: già, perché sono queste le parole d’ordine di oggi, questo è il futuro del mercato. Di qualunque mercato. Si torna sui banchi perché non ci si improvvisa imprenditori virtuosi dall’oggi al domani. Quelle di cui parliamo sono materie delicate, che vanno imparate, proprio come la Matematica o il Latino, discipline che vanno capite e interiorizzate. Vanno fatte proprie, insomma, per essere in grado di metterle poi in pratica nel mondo reale, facendo impresa con una mentalità nuova e diversa.

Tutti a scuola di impresa sostenibile: sono aperte le iscrizioni gratuite

A questo punta lo Human Knowledge Program (HKP) di Joule, una vera e propria scuola gratuita ideata da Eni per formare e far crescere aspiranti imprenditori e start up nel segno dell’innovazione e della sostenibilità, in un periodo storico, come detto, di profondo cambiamento e di nuove sfide nella società. Nella sua modalità Open, aperta a tutti e partita il 29 ottobre 2020, l’HKP offre un format didattico innovativo e coinvolgente: oltre a specifici strumenti di apprendimento digitali come webinar, documenti, approfondimenti, testimonianze imprenditoriali e casi studio concreti di riferimento, a fare da fil rouge all’intera esperienza formativa ci sarà un’innovativa web serie interattiva in streaming “The Rising Star Hotel”, composta da 12 episodi, che permetterà ai partecipanti di immedesimarsi in due giovani imprenditori alle prese con i primi passi di un progetto di start up legato alla bioedilizia. La possibilità di interagire attivamente nelle scelte strategiche e imprenditoriali dei due protagonisti consentono un apprendimento basato sul coinvolgimento degli studenti, che si dovranno mettere in gioco in prima persona per affrontare situazioni quotidiane e concrete del mondo imprenditoriale. 

aula-lezione-sedie-2

Una didattica esperienziale, dunque, che durerà per sei mesi, affiancata da un solido programma di interventi formativi e materiali didattici garantiti da realtà accademiche e business school d’eccellenza quali Luiss, MiP Business School del Politecnico di Milano, Scuola Superiore Sant’Anna, SDA Bocconi, Università Federico II, Fondazione Feltrinelli, Feltrinelli Education e Fondazione Eni Enrico Mattei.

Joule, l’unità di misura della ripartenza

L’HKP Open si inserisce nel più ampio progetto Joule di Eni, dedicato al potenziamento di iniziative imprenditoriali virtuose e al sostegno metodologico, logistico e finanziario ad aspiranti startupper che ambiscono a fare impresa sostenibile, non necessariamente nel settore energetico, ma comunque focalizzato sul cambiamento climatico, l’economia circolare e la decarbonizzazione. L’idea è quella di creare una scuola basata sull’integrazione tra esperienze imprenditoriali, competenze accademiche e vissuto dei partecipanti, che trovano nella Community di Joule un punto d’incontro e confronto tra imprenditori e aspiranti tali, che favorisca uno spontaneo networking professionale, amplificando così le occasioni di fare impresa.

persone-coctail-terrazza-2

La speranza dunque è che l’iniziativa di Eni possa contribuire  alla ripresa e la ripartenza in questo momento storico così delicato, chiuso tra i due fuochi di una temporanea (si spera) crisi economica post-pandemica e di una transizione energetica che invece è destinata ad accompagnare la crescita del Paese nei prossimi decenni. La speranza è nei giovani imprenditori, in mentalità aperte al cambiamento e all’innovazione, in individui e start up pronti a imparare, per crescere insieme nell’ottica di uno spirito nuovo e diverso, etico e circolare, che sia in grado di supportare la transizione in atto e portarci verso un mondo più sostenibile.

Come detto, lo Human Knowledge Program Open è gratuito per chiunque voglia imparare di più sul fare impresa in modo virtuoso e consapevole. L’invito è dunque aperto a tutti coloro che decideranno di registrarsi compilando il form d’iscrizione online

Bastano pochi click per iniziare a costruire la tua start up sostenibile.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gli imprenditori tornano a scuola: sostenibilità ed economia circolare, le materie

Today è in caricamento