rotate-mobile
Giovedì, 30 Maggio 2024
Fieracavalli

Rassegna di razze equine e asinine, un'occasione per ammirarne la grande varietà

Mostre nazionali, vetrine, campionati e iniziative didattiche, per scoprire il panorama allevatoriale italiano, spagnolo e americano. Sarà ospite anche la razza equina più antica del mondo

Le razze equine nel mondo ammontano a circa 200, tutte con peculiarità ben definite.
Di queste, numerose sono quelle appartenenti all’Italia, Paese con notevole ricchezza zootecnica che, per questo motivo, è in grado di suscitare interesse anche a livello internazionale.
Oltre al patrimonio del Belpaese, però, anche il panorama allevatoriale statunitense e quello iberico rivestono grande interesse.

Proprio per offrire uno spaccato completo delle qualità e delle sfaccettature che caratterizzano le razze esistenti, Fieracavalli, durante la sua 123ª edizione, dedicherà alcuni padiglioni alla presentazione di 3.000 esemplari, appartenenti a 60 razze diverse.
Competizioni sportive, gare di morfologia, spettacoli e caroselli si susseguiranno per esaltare e raccontare la bellezza e le diversità equine.

Un weekend dedicato al Belpaese

Il primo weekend della manifestazione (dal 4 al 7 novembre), sarà dedicato a mettere in luce il ricco patrimonio italiano.
I Padiglioni 2 e 3 saranno, infatti, teatro di una serie di iniziative, organizzate in collaborazione con AIA (Associazione Italiana Allevatori): elementi tecnico-didattici saranno sapientemente uniti alla cultura e alle tradizioni dei territori cui ogni razza equina è legata.
Nell’ottica di valorizzare il panorama allevatoriale italiano, quest’anno sarà ospite anche l’associazione nazionale ANAREAI;  nonostante sia di recente fondazione, gestisce ben 28 razze equine e asinine a limitata diffusione.
Questo l’ha già resa un punto di riferimento per gli allevatori.

Nello stesso fine settimana, il Padiglione 3 sarà destinato al Cavallo da Sella Italiano, eccellenza italiana riconosciuta a livello europeo.
Per l’occasione, il MIPAAF (Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali), organizzerà alcune iniziative, tra cui la finale del Circuito Allevatoriale, riservata ai puledri di 1, 2 e 3 anni, con le categorie Obbedienza e Andature, Salto in Libertà, Morfologie e la rassegna Foals.

Il fascino dei cavalli stranieri

Il secondo weekend della rassegna (dal 12 al 14 novembre), sarà invece rivolto agli equini provenienti da Spagna e Stati Uniti.

Il Padiglione 2, in questo caso, verrà dedicato ai cavalli iberici e frisoni.
Si terranno competizioni, dimostrazioni di Dressage, Alta Scuola e Doma Vaquera, dove oltre 100 esemplari di Pura Raza Española e di Puro Sangue Lusitano vedranno valorizzate le proprie attitudini.
Le iniziative verranno organizzate in collaborazione con l’Associazione UAIPRE (Unificazione Associazioni Italiane Pura Raza Española), che detiene il libro genealogico del cavallo PRE, in Italia.

Spostandosi presso il Padiglione 3, si potranno ammirare cavalli di razza americana, Quarter, Appaloosa e Paint, regolarmente iscritti ai registri di razza AQHA, APHA, ApHc, nonché equini di razza Quarab.
Il fascino e le peculiarità di questo esemplare sono dettate dal perfetto equilibrio delle qualità delle razze da cui deriva: vanta, infatti, l’intelligenza e la bellezza di un arabo, la solidità e la forza di un Quarter e l’esclusivo mantello di un Paint.

Infine, al Padiglione 8 si potranno apprezzare eccellenti esemplari di Purosangue Arabo (razza più antica del mondo), mentre si sfidano per aggiudicarsi l’ambito titolo di Campione Europeo ECAHO Approved.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rassegna di razze equine e asinine, un'occasione per ammirarne la grande varietà

Today è in caricamento