Lunedì, 27 Settembre 2021
Olimpiadi

Italvolley femminile sconfitta dagli Usa ma sarà battaglia ai quarti

Col sorteggio possibile anche un accoppiamento con la Serbia campione del mondo

Sfuma per l’Italia del volley femminile la possibilità di chiudere il girone al primo posto garantendosi un quarto di finale sulla carta più agevole. Le azzurre sono sconfitte 3-2 dagli Stati Uniti (21-25, 25-16, 25-27, 25-16, 15-12) al termine di una gara in cui sono sempre state avanti nel conto dei set: ottimo inizio, poi bel terzo parziale che ha portato la formazione di Davide Mazzanti a un passo dalla vittoria nel raggruppamento. Invece gli Usa, nonostante l’infortunio della Poulter, sono state brave a recuperare imponendosi poi al tie break e regalandosi il successo nella pool. Alle azzurre non sono bastati 28 punti della Egonu, che però ha anche commesso qualche errore di troppo (27 attacchi su 62 tentativi), e un buon ingresso di capitan Miryam Silla per avere ragione delle statunitensi. Ora bisogna attendere l’esito delle ultime gare e soprattutto il sorteggio che definirà l’avversaria dell’Italia nei quarti di finale. Le ipotesi più probabili sono la Serbia, campione del mondo grazie a una vittoria in finale proprio contro le azzurre nel 2018, oppure la Corea. Ovvio che la preferenza sia tutta per le seconde, ma il tecnico Davide Mazzanti tiene altissima la guardia. "Ho visto spesso festeggiare un sorteggio e poi fare le valigie il giorno successivo. Noi siamo pronti, adesso vediamo chi ci troveremo di fronte".

Ma questa Italia come arriva ai quarti di finale? "Ci arriva arrabbiata - spiega il tecnico - perché ci tenevamo a vincere il girone e avevamo una grande possibilità. Facciamo più fatica del previsto in attacco e questo un po’ ci pesa; dobbiamo compiere il salto di qualità giocando più libere. Credo sia la chiave del nostro percorso alle Olimpiadi".

Obiettivo, trovare efficacia e continuità. "Dai quarti di finale qualcosa dovrà cambiare, quando le attaccanti faticano non è semplice neanche per il palleggiatore trovare le soluzioni adatte". Mazzanti preoccupato? Nemmeno per sogno. "Sono gasato, ci giochiamo i quarti di finale. Adesso attendiamo i sorteggi".

Rammarico anche per capitan Sylla: non è stato sufficiente un suo buon ingresso per portare le azzurre alla vittoria. "Ci è mancato veramente poco. Bisogna limare alcuni aspetti, adesso pensiamo alla prossima gara dove sono sicura che arriveremo più preparate possibili evitando gli errori delle ultime due partite". Due sconfitte e qualche problema in attacco che però non tolgono fiducia alle giocatrici. "Il bello di questo gruppo è che c’è sempre qualcuno pronto a sostenerti. Il sostegno te lo danno le tue compagne, che ti guardano negli occhi e ti fanno capire cosa sai fare". Ora sarà fondamentale dimostrarlo nella partita più importante delle Olimpiadi, quei quarti di finale che fanno da spartiacque fra un’esperienza negativa e la possibilità concreta di tornare a casa con una medaglia

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Italvolley femminile sconfitta dagli Usa ma sarà battaglia ai quarti

Today è in caricamento