Lunedì, 17 Maggio 2021
Attimi di ordinaria follia / Spagna

Ex dipendente Mercedes chiude il 2020 distruggendo 70 furgoni con un bulldozer rubato

La Polizia Basca pensa ad una vendetta per qualche presunto torto subito durante il rapporto di lavoro

Un ex dipendente della Mercedes ha pensato bene di chiudere il 2020 con un gesto di ordinaria follia, giusto per non farsi mancare nulla in un anno che tutti ricorderemo come orribile.

A bordo di un escavatore rubato, ha guidato per più di 20 chilometri lungo le strade della regione basca di Alava, ha fatto irruzione nel piazzale dello stabilimento Mercedes di Júndiz e, secondo quanto riferisce El Correo, ha preso a colpi – distruggendoli – ben 70 furgoni nuovi di zecca.

Perché lo abbia fatto, solo lui lo sa, anche se la Polizia Basca pensa ad una vendetta per qualche presunto torto subito durante il rapporto di lavoro.

Demolition man (come è stato soprannominato) è stato arrestato dopo aver causato un danno che, in base al prezzo di vendita dei furgoni "premium" che il costruttore tedesco assembla a Jundiz, supererebbe i cinque milioni di euro.

Il folle blitz si scatena all’una di notte quando l’uomo, poi arrestato, arriva a bordo del pesante escavatore e piomba nel parcheggio dello stabilimento Mercedes Benz, che impiega circa 5.000 persone ed è la più grande industria della zona industriale di Vitoria.

Alla guida del bestione di parecchie tonnellate abbatte facilmente la recinzione del parcheggio e inizia a spazzare via i furgoni che si trovavano sul suo cammino. Alcuni finiscono accatastati uni sugli altri, completamente distrutti o nel migliore dei casi con danni assai gravi.

La guardia giurata addetta alla sorveglianza del piazzale rimane basita nel vedere l’escavatore impazzito che si lascia dietro una scia impressionante di danni. Spara in aria per cercare di fermare questa follia distruttiva. E ci riesce, non prima però che l’ex dipendente abbia potuto distruggere 70 furgoni nuovi di zecca che vengono assemblati nello stabilimento di Avenida de los Huetos.

Alcuni di questi sono del modello elettrico V-Class, il "gioiello" della fabbrica di Vitorian, che ha un prezzo di listino di circa 100.000 euro e sono adibiti al trasporto passeggeri. Ad una prima stima, il danno causato potrebbe superare i cinque milioni di euro. La Polizia, chiamata dalla guardia giurata, è riuscita rapidamente ad arrestare l’esagitato, un 38enne di Miranda de Ebro, che tra il 2016 ed il 2017 aveva lavorato proprio per l'azienda tedesca. Secondo quanto riferisce El Correo, l'uomo era stato recentemente licenziato da una società edile, situata nella zona industriale di Gojain. E probabilmente quest’ultimo lavoro gli aveva dato la necessaria dimestichezza nell’uso degli escavatori come quello rubato. Certo è che Demolition man da quando si è messo alla guida del mezzo da cantiere non è andato per il sottile: tutto quanto si trovava
innanzi veniva semplicemente spazzato via. In venti chilometri è riuscito a danneggiare auto, strutture per la segnaletica stradale, barriere di accesso, recinzioni varie e persino una centralina per il monitoraggio della radioattività. E per questi danni il conto è a parte.

Fortunatamente - e incredibilmente - nessuno è stato ferito.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ex dipendente Mercedes chiude il 2020 distruggendo 70 furgoni con un bulldozer rubato

Today è in caricamento