Sabato, 16 Ottobre 2021

L'attacco alla Cgil, Landini: "Violentato il mondo del lavoro"

Domani il Partito Democratico presenterà una mozione in Parlamento per lo scioglimento di Forza Nuova e degli altri movimenti neofascisti.

Dodici persone sono state arrestate per gli scontri di ieri a Roma: fra loro i leader di Forza Nuova Roberto Fiore e Giuliano Castellino, oltre a Luigi Aronica, ex appartenente ai Nar, ed al leader di 'IoApro' il ristoratore Biagio Passaro. "È violenza e squadrismo, poi la matrice non la conosco", commenta Giorgia Meloni che chiede un chiarimento di Lamorgese in Parlamento. Il Pd attacca: "Inaccettabile ambiguità. Se non sa riconoscere la matrice, glielo spieghiamo noi". Domani il Partito Democratico presenterà una mozione in Parlamento per lo scioglimento di Forza Nuova e degli altri movimenti neofascisti. Sì di Conte, mentre per la leader di Fratelli d'Italia dovranno essere i giudici a decidere. Berlusconi ha telefonato a Landini per esprimere solidarietà, parlando di "inaccettabile violenza".

Dal canto suo il segretario generale della Cgil Maurizio Landini ribadisce che "tutte le formazioni che si richiamano al fascismo vanno sciolte". "Quella di ieri è una ferita democratica, un atto di offesa alla Costituzione nata dalla Resistenza, che ha violentato il mondo del lavoro e i suoi diritti".  

Durante l'assalto di ieri alla sede nazionale del sindacato da parte dei manifestanti no green pass sarebbe stato sfondato un quadro di Ennio Catania del 1973. A soqquadro le stanze del dipartimento comunicazione mentre sono stati divelti armadi, scrivanie, pc. 

sede cgil roma danni-2

"Quella di ieri è una ferita democratica, un atto di offesa alla Costituzione nata dalla Resistenza, un atto che ha violentato il mondo del lavoro e i suoi diritti". Lo ha detto il segretario generale della Cgil Maurizio Landini aprendo l'assemblea generale del sindacato. "Se qualcuno ha pensato di intimidirci, di metterci paura e farci stare zitti deve sapere che Cgil ha sconfitto il fascismo in questo paese e riconquistato la democrazia. Non ci fanno paura e non ci fermeremo. Non solo non vogliamo guardare indietro ma vogliamo andare avanti e ricostruire questo paese".

Per sabato prossimo 16 ottobre i tre segretari generali dei sindacati confederali Cgil, Cisl, Uil hanno annunciato una grande manifestazione nazionale e antifascista per il lavoro e la democrazia 

Folla davanti alla sede della Cgil intona Bella Ciao 

Sullo stesso argomento

Video popolari

L'attacco alla Cgil, Landini: "Violentato il mondo del lavoro"

Today è in caricamento