rotate-mobile
Lunedì, 29 Novembre 2021

Terremoto, Accumoli non esiste più: solo macerie nel paese epicentro del sisma del 24 agosto

La scossa di magnitudo 6.5 del 30 ottobre ha provocato nuovi danni nel paese reatino già pesantemente danneggiato dal terremoto di agosto che rase al suolo anche Amatrice, Arquata e Pescara del Tronto. Le ultime scosse hanno lasciato solo polvere

Il sindaco di Accumoli, Stefano Petrucci, ha ordinato l'evacuazione di tutto il territorio comunale: "Lasciare il paese e recarsi nelle strutture alberghiere della costa".

Sono circa 80 le persone che ancora resistono dopo la violenta scossa del 30 settembre, che ha spazzato via quello che restava di un Comune già martoriato dal terremoto del 24 agosto. Allevatori, agricoltori, altri abitanti che non vogliono andare via, nonostante il quadro in paese e in alcune frazioni sia ormai critico.

L'ordinanza parla chiaro: gli ultimi crolli hanno seriamente compromesso la viabilità, difficile anche per i mezzi di soccorso, tutti gli edifici del perimetro comunale, pubblici e privati, risultano danneggiati, e nel territorio "esiste il pericolo di un diretto, ulteriore coinvolgimento della residua percentuale della cittadinanza nei crolli che potrebbero ancora verificarsi".

L'acqua nelle condutture non è più potabile, le linee elettriche e telefoniche sono danneggiate, quando non compromesse, e nonostante la riapertura della Salaria il senso di isolamento permane in gran parte del territorio.

Sullo stesso argomento

Video popolari

Terremoto, Accumoli non esiste più: solo macerie nel paese epicentro del sisma del 24 agosto

Today è in caricamento