Giovedì, 13 Maggio 2021

Bambini e natura: tutti i benefici della vita all'aria aperta per i piccoli

Vivere a contatto con il verde favorisce un migliore sviluppo di tante facoltà fisiche e mentali; lo dice anche la scienza

Che i bambini abbiano bisogno di vivere momenti all’aria aperta, è risaputo. A ricordarcelo, se non bastassero i saggi consigli popolari della nonna, arriva ora anche la scienza con numerosi studi sull’importanza del contatto con la natura fin da piccoli. Vediamoli insieme agli esperti di Nostrofiglio.it.

1. La natura aumenta la serenità dei bambini

Uno studio uscito sulla rivista PLOS One, il gruppo di ricerca coordinato da Tanja Sobko ha osservato il livello di "connessione con la natura" di centinaia di bambini correlandolo con l'insorgere di eventuali disagi psicologici. Dalla ricerca è emerso che i bambini cresciuti in famiglie in cui i temi dell’appagamento, dell’empatia con la natura, della responsabilità verso l'ambiente e consapevolezza della sua importanza erano più sentiti, questi erano più socievoli, e dimostravano anche minori stress e iperattività e meno problemi comportamentali.

2. Il verde migliora la memoria e l'attenzione nei bimbi

Lo afferma un studio del British Journal of Educational Psychology: i bimbi che vivono in quartieri con spazi verdi potrebbero avere una migliore memoria di lavoro spaziale. Questo tipo di memoria ha un ruolo fondamentale nell'orientamento, nella registrazione delle informazioni del contesto in cui si è, ed è anche legata all'attenzione. Dallo studio è emerso che chi vive in una casa con verde intorno, possiede una memoria di lavoro spaziale più sviluppata rispetto agli altri coetanei.

3. Migliore rendimento scolastico per i bimbi che frequentano scuole in mezzo al verde

Secondo gli specialisti riuniti a Milano per il Seminario Internazionale RespiraMi 3: Air Pollution and our Health organizzato dalla Fondazione IRCCS Ca' Granda Ospedale Maggiore Policlinico e dalla Fondazione Internazionale Menarini, in scuole circondate da alberi e piante gli studenti registrano voti migliori. Infatti, l'aria inquinata non solo fa male ai polmoni ma anche al cervello. Vivere e studiare in ambienti verdi, con alberi e piante a fare da filtro, è un antidoto ideale allo smog. 

4. Troppo cemento fa male ai bimbi

Stavolta è italiano lo studio pubblicato sulla rivista Environmental Health a firma Cnr, Ingv, Arpa Emilia-Romagna e DepLazio. I bimbi che vivono in aree con molto cemento soffrono con l'apparato respiratorio e con gli occhi. Quello che si è registrato negli esaminati è stato:

  • più sintomi legati a problemi oculari
  • fastidi generali, come cefalea e stanchezza.

5. Più contatto con la natura nell'infanzia garantisce una migliore salute mentale da adulti

Il contatto con la natura durante l'infanzia porterebbe ad avere una migliore salute mentale in età adulta. Lo ha osservato uno studio condotto dal Barcelona Institute for Global Health (ISGlobal). Infatti, secondo la ricerca, gli adulti che sono stati a stretto contatto con spazi verdi durante la loro infanzia godrebbero di una salute mentale migliore di quelli che non hanno avuto questa vicinanza. Tra i benefici derivanti da una maggiore esposizione alla natura da piccoli, un migliore sviluppo cognitivo e una migliore salute mentale e fisica. Ora abbiamo anche la scienza che ce lo attesta: portiamo i bambini più spesso possibile in contesti a contatto con la natura, faremo del bene al mondo di oggi e a quello di domani.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bambini e natura: tutti i benefici della vita all'aria aperta per i piccoli

Today è in caricamento