Mercoledì, 17 Luglio 2024
Donna

A 17 anni, muore per scattare un selfie da un ponte di 30 metri

Una ragazza russa si è arrampicata su di un ponte per realizzare uno scatto spettacolare, ma è rimasta folgorata dai cavi elettrici precipitando nel vuoto

Voleva immortalare se stessa in uno scorcio suggestivo, di notte, da un’altezza di 30 metri con la linea ferroviaria come sfondo, ma Xenia Ignatyeva, una ragazza di 17 anni di San Pietroburgo, ha perso l’equilibrio ed è caduta nel vuoto. 

La giovane russa si è arrampicata sul ponte ferroviario di Krasnogvardeysky con l’intenzione di fare un selfie spettacolare, in linea con le tendenze del momento che vogliono gli autoscatti sempre più al limite, ma nel tentativo di aggrapparsi ai cavi elettrici è rimasta folgorata ed è scivolata, morendo poco dopo. A dare l'allarme sono stati alcuni amici che hanno chiamato subito i soccorsi, provando invano ad aiutarla nell'attesa.

Il sito Ibtimes spiega che ormai i posti più pericolosi del mondo stanno diventando un luoghi molto popolari tra i giovani in cerca di selfies straordinari e a tal proposito lo psicologo Martin Voigt dell'Università di Monaco ha dichiarato che ciò su cui bisogna interrogarsi riguarda il significato più profondo di queste foto così in voga tra i più giovani che giocano con il pericolo senza avvertirne la gravità, spinti dal desiderio di essere considerati i migliori al mondo e di cercare situazioni sempre più estreme.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A 17 anni, muore per scattare un selfie da un ponte di 30 metri
Today è in caricamento