Domenica, 28 Febbraio 2021

Sudcorea, donna fotografa di nascosto modello nudo: arrestata

La condanna ha alzato un polverone perché troppo severa rispetto a situazioni analoghe in cui sono coinvolti uomini

La donna è stata condannata a 10 mesi di carcere

Un tribunale sudcoreano ha emesso una rara condanna nei confronti di una donna accusata di aver segretamente fotografato un modello nudo, in un caso che ha suscitato polemiche per il sospetto di doppio standard utilizzato rispetto ad analoghe situazioni che vedono come colpevoli gli uomini.

La Corea del Sud si trova ad affrontare un moltiplicarsi di casi di "molka", una pratica per la quale solitamente uomini nascondono telecamere spia in uffici, treni, bagni, scuole, camerini dei negozi, per riprendere di nascosto le donne in situazioni intime. I casi sono passati da circa 1.100 nel 2010 a oltre 6.500 lo scorso anno. Molti spioni utilizzano il web per vendere online foto e video.

Secondo le statistiche ufficiali il 98% dei responsabili di questi atti sono uomini e vanno da insegnanti di scuola a professori universitari, da pastori della chiesa a poliziotti. L'80% delle vittime sono donne.

Nel caso di questa donna 20enne (anche lei una modella di nudo per pittori), è arrivata una condanna a 10 mesi di carcere per aver preso una foto della sua controparte maschile alla Scuola d’arte di Seoul e averla condivisa su internet. E' stata arrestata giorni fa, ha subito l'umiliazione di passare davanti alle telecamere della Tv mentre la polizia perquisiva la casa in cerca di prove. Una risposta – secondo i critici – eccessiva rispetto a un eventuale reato che quasi sempre passa abbastanza inosservato quando si tratta di responsabili maschi: solo l'8,7% viene arrestato.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sudcorea, donna fotografa di nascosto modello nudo: arrestata

Today è in caricamento