Domenica, 26 Settembre 2021
Trend

Chiara Ferragni, la (ri)vincita contro chi le diceva “nessuno ricorderà il tuo nome”

Con l'hashtag #10YearsChallenge l'influencer e imprenditrice ha raccontato come sia cambiata la sua vita negli ultimi dieci anni: leggere le sue dichiarazioni è una lezione. Per gli invidiosi, ma anche per chi crede di non esserlo finché non incontra una 'chiaraferragni' sulla sua strada

2009-2019: dieci anni esatti. Dieci anni che hanno cambiato il modo di vivere, di affrontare la vita che adesso è distinta tra vera e virtuale, scissa tra il bidimensionale di una foto in formato digitale e la concretezza di rapporti social(i) sempre più privi di quella “i” finale che fa la differenza.

Gli utenti che oggi sono abili fruitori di Instagram, Facebook, Twitter, sono gli stessi che dieci anni fa gironzolavano con diffidenza attorno alla piazza virtuale che timidamente si affollava di gente con nickname improbabili e facce posate in stile fototessera. E sono sempre solo che con l’arrivo dell’anno nuovo, hanno dato il via al tormentone social #10yearchallenge che invoca il corale amarcord per mettere a confronto se stessi con una decade di differenza.

All’appello per il moto che fa esplodere i ricordi nel boato di un nostalgico hashtag, non poteva certo non rispondere lei, la biondissima regina di tutti i social a cui basta pensare a una griffe per farle incrementare il fatturato: Chiara Ferragni.

Ferragni, fino a 650 euro per assistere alla lezione di trucco: biglietti a ruba 

Chiara Ferragni, la rivincita dopo 10 anni: il messaggio per i suoi detrattori 

Chiara Ferragni ha così approfittato dell’iniziativa social per ripercorrere attraverso foto (trovare le differenze tra la Chiara di oggi e quella di dieci anni fa è un’impresa..) e un racconto scritto a margine della rassegna, il cambiamento radicale subito dalla sua vita in questi due lustri travolgenti.  

Aggiungendo l’hashtag in questione – dettaglio rarissimo nei suoi post che non hanno certo bisogno di ‘mezzucci’ per procacciare follower in costante aumento – ‘l’imprenditrice digitale’ (ex influencer, ex blogger, ex modella, ex studentessa avventrice delle prime piattaforme con il nome di  ‘Diavoletta87’) ha quindi ripercorso la sua carriera, servendo sul piatto d’argento di un lungo post scritto in inglese un boccone difficile da ingoiare per chi, nel 2009, la guardava posare per obiettivi fotografici ‘casalinghi’, alzava il sopracciglio e magari le ridacchiava pure, dietro e in faccia, convinto dell’inconsistenza dei suoi obiettivi irrealizzabili.

“Questa ero io nel 2009, l'anno che ha cambiato la mia vita per sempre. Avevo 21 anni, studiavo diritto internazionale all'università Bocconi, vivevo in un monolocale di 40 metri quadri a Moscova e lavoravo part time come modella. Stavo investendo tutti i miei soldi in borse e viaggi sognando di trovare la mia strada verso il mondo e diventare qualcuno. Ho avuto un debole per le borse e l'eyeliner di Balenciaga”, ha esordito Chiara Ferragni nel post per #10yearchallenge.

“Stavo già pubblicando la mia vita su Internet, specialmente su Flickr, e stavo già affrontando troll e nemici che cercavano di abbattermi. Poi, nell'ottobre 2009, ho deciso di acquistare la mia prima vera macchina fotografica (vedi la foto n.9), avviare il mio blog, @theblondesalad e, passo dopo passo, è cambiata la mia intera vita”.

Poi, il messaggio indirizzato alla “giovane Chiara” e a coloro che oggi si rivedono in lei: “Alla giovane Chiara di 21 anni del 2009 vorrei dire questo: è ok non aver capito tutto e capire la tua vita a poco a poco, è ok non sentirsi bene il 100% delle volte ed è molto saggio godersi il momenti bui anche perché fanno parte del processo. Goditi il ??viaggio verso ciò che fai, giovane Chiara, e ricorda sempre che se segui il tuo cuore non commetterai mai errori”.

Infine: “A tutte le persone che ti diranno ‘Nessuno ricorderà il tuo nome tra 6 mesi’ in questi anni .. Oh bene, nel 2019 sarai in grado di ricambiare il sorriso e dire loro che stavano commettendo un madornale errore”.

E adesso, a loro, a quelli che non dovevano ricordarsi di Chiara Ferragni, tocca proprio ingoiare il rospo... L’invidia è una brutta bestia e non ha bisogno di hashtag #10yearschallenge: oggi, ieri, sempre, è proprio una brutta bestia.

Chiara Ferragni e Fedez in luna di miele senza Leone: dopo la polemica, lei risponde 

#10yearchallenge This was me in 2009, the year that changed my life forever. I was 21, studying international law at Bocconi university, living in a 40 square metre studio apartment in Moscova and working part time as a model. I was investing all my money in designer bags and travels and dreaming to find my way into the world and becoming someone inspiring. I had a thing for Balenciaga bags and eyeliner. I was already posting my life on the Internet, especially on Flickr, and was already facing trolls and haters trying to put me down. Then, in October 2009, I decided to buy my first real camera (see picture n.9), start my own blog, @theblondesalad and, step by step my whole life changed. To the young 21 year old Chiara of 2009 I would wanna say this: It’s ok to not having it all figured out and understand your life little by little, It’s ok to not feel good 100% of the times and It’s very wise to enjoy the dark moments too because they’re part of the process. Enjoy the journey to whatever you’re doing younger Chiara, and always keep in mind that If you follow your heart, you’ll never make mistakes. And to all the people that will tell you “Nobody’s gonna remember your name in 6 months” in these years.. Oh well, in 2019 you’ll be able to smile back at them and tell them they were fucking wrong ??

Un post condiviso da Chiara Ferragni (@chiaraferragni) in data:

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chiara Ferragni, la (ri)vincita contro chi le diceva “nessuno ricorderà il tuo nome”

Today è in caricamento