rotate-mobile
Lunedì, 27 Maggio 2024
Caro energia

Il bonus 200 euro verrà rinnovato per un altro mese?

Nonostante il naufragio dell'esecutivo il decreto Aiuti bis si farà (né potrebbe essere altrimenti). Un po' a sorpresa nel testo potrebbe trovare posto anche una proroga del bonus destinato ai redditi sotto i 35mila euro. Un'altra ipotesi sarebbe quella di ridurre l'Iva sui beni di consumo. Ma per ora è d'obbligo usare il condizionale

Il governo è al lavoro sul Dl Aiuti bis che dovrebbe vedere la luce i primi giorni di agosto. Com'è noto l'esecutivo è ormai caduto e resta in piedi solo per il disbrigo degli affari correnti e per l'adozione degli atti urgenti. Nonostante il governo sia dimissionario però può emanare decreti legge. E d'altra parte se così non fosse non potrebbero essere prorogati gli sconti sulle bollette e i crediti di imposta per le imprese energivore. Insomma, la mancata adozione di nuove misure per fronteggiare il caro energia costerebbe molto caro agli italiani. Ci sono dunque ampiamente quelle condizioni di necessità ed urgenza per un decreto legge, anche con un governo limitato nella sua azione.

Un po' a sorpresa nel decreto potrebbe trovare posto anche una proroga temporanea del bonus "una tantum", ovvero i famosi 200 euro in arrivo nella busta paga di luglio. Ne scrive "Il Sole 24 Ore" che spiega come una delle possibili novità del decreto potrebbe essere il rinnovo, solo per un altro mese, del bonus da 200 euro. Un'altra iporesi sul tavolo è quella di una riduzione dell'Iva sui beni di consumo. Il bonus, destinato a oltre 30 milioni di italiani, costerebbe 6,8 milioni di euro. Una somma importante. In ogni caso è d'obbligo usare il condizionale. Anche perché l'intesa tra i partiti è tutta da costruire. E anche l'esecutivo potrebbe avere dei dubbi nel varare un intervento così oneroso vista la sfiducia (non formale, ma politica) incassata dal parlamento. Insomma, non c'è nulla di deciso: per ora rimaniamo nell'ambito delle indiscrezioni. 

Certo è che il provvedimento, al centro del confronto tra premier Draghi e le parti sociali la settimana scorsa, sarà portato a comunque a termine. La volontà è di "salvare il salvabile" per il nuovo decreto anti-rincari, in cui troveranno spazio una serie di misure che riguardano la conferma dei crediti di imposta, già inseriti nel decreto legge aiuti convertito in legge la scorsa settimana, e la proroga dello sconto accise. Ci sara però probabilmente una modifica al testo del provvedimento che, comunque, a meno che non si decisa di rinnovare il bonus da 200 euro, dovrebbe aggirarsi attorno ai 10 miliardi di euro e che potrebbe arrivare presto sul tavolo del Cdm.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il bonus 200 euro verrà rinnovato per un altro mese?

Today è in caricamento