Mercoledì, 4 Agosto 2021

Vieste, un paradiso da scoprire tutto l'anno

La città di Pizzomunno e Cristalda non è solo una località balneare: Vieste offre spettacoli meravigliosi tutto l'anno. Dalle coste frastagliate all'entroterra ricco di natura e di storia.

Situata sulla punta più orientale del Promontorio del Gargano, Vieste è ormai una città modello per le vacanze estive, molto amata dai turisti, soprattutto stranieri, per il fascino del suo borgo affacciato sul mare, per le pinete e i boschi lussureggianti, per i suoi  trabucchi e torri costiere, per la sua cucina tipica.  Emozioni sane e naturali, immerse nella bellezza di una città illuminata dal sole. Vieste una città meravigliosa che ti fa sentire bene. Tutto l’anno. 

Spiagge da sogno e acque limpidissime. La costa di Vieste con i suoi oltre 50 chilometri da Sfinalicchio a Vignanotica, è una delle più belle e suggestive del Mediterraneo. Sono 23 le spiagge che ogni anno accolgono migliaia di vacanzieri. Spiagge, baie e insenature che nel loro susseguirsi regalano scorci mozzafiato.

Il tratto di mare che bagna il territorio di Vieste è ricco di trabucchi e torri costiere, queste ultime risalgono ai tempi delle incursioni dal mare quando la costa garganica era soggetta ad attacchi da parte di saraceni, pirati e turchi. Da non perdere Torre San Felice, Torre Sfinale e Torre Dell’Aglio. Ma sono i trabucchi ad animare il litorale viestano. Antiche macchine da pesca formate da una piattaforma in legno attaccata alla roccia che si protende sul mare. Per lungo tempo fonte di economia per diverse famiglie di pescatori, successivamente hanno dovuto fare i conti con l’abbandono e il degrado più assoluto, fino a quando l’Associazione Rinascita dei trabucchi Storici del Gargano, li ha sapientemente recuperati, e alcuni di essi sono diventati dei veri e propri monumenti del mare dove oggi è possibile assistere a dimostrazioni di pesca.

Al di là delle straordinarie bellezze naturali e ambientali, e all’ottima dotazione infrastrutturale turistica, Vieste punta  anche alla cultura e alla valorizzazione dei beni artistici, architettonici e archeologici di cui la città dispone. In tal senso, già da tre anni, è stato creato il “Polo culturale” che, sotto all’insegna dello slogan “Vieste, una miniera di cultura”, offre ai tanti visitatori l’opportunità di conoscere quanto di storico e antico possiede. Il Polo culturale di Vieste offre ampi spazi di conoscenza grazie al restaurato museo archeologico “Michele Petrone” e al parco archeologico di Santa Maria di Merino, due gioielli culturali del prezioso scrigno del quale fanno parte anche la cattedrale, il castello, il faro di Santa Eufemia con la grotta di Venere Sosandra, la necropoli de la Salata e l’intero centro storico. E ancora l’immenso patrimonio boschivo, le masserie, i percorsi trekking e le maestose faggete della Foresta Umbra a pochi chilometri. Una città viva e ospitale che quest’anno torna a diventare anche la capitale degli eventi: su tutto il Festival del Libro Possibile e Festambiente Sud con ospiti internazionali.  “Vieste è il simbolo della rinascita del turismo pugliese dopo quasi due anni di emergenza sanitaria.La nostra città – commenta l’assessora al turismo e vice sindaco, Rossella Falcone – è la prima destinazione turistica del centro sud Italia con 2 milioni di presenze.  Con il Piano Strategico del Turismo stiamo definendo un nuovo modello di destinazione turistica che contribuisca a migliorare il posizionamento di Vieste non solo come destinazione balneare”.

E' possibile visitare il sito www.viesteturismo.com per scoprire tutte le bellezze di Vieste.

Si parla di

Video popolari

Vieste, un paradiso da scoprire tutto l'anno

Today è in caricamento