Borghi, castelli, natura mozzafiato e piatti tipici: l’Alta Umbria è tutta da scoprire

Un’area ricca di fascino naturale, artistico ed enogastronomico

Quest’anno, si sa, l’estate sarà particolare e per molti versi anomala.
Il coronavirus ci ha un pò stravolto la vita, limitandoci negli spostamenti tra nazioni e stati, ma noi italiani non rinunceremo alle vacanze. Considerato lo straordinario patrimonio artistico, culturale naturale ed enogastronomico del nostro paese, questa sarà l’occasione giusta per riscoprire aree forse meno conosciute e fuori dai principali giri turistici, ma al tempo stesso ricche di fascino, storia e bellezza.

Un esempio? Sicuramente l’Alta Umbria. L’area, localizzata nella parte settentrionale della regione del Centro Italia, offre un patrimonio storico-architettonico unico e una natura incontaminata perfetta per tutte le attività outdoor (trekking, ciclismo, volo libero, ecc.).

Le Città di Gubbio, Città di Castello, Umbertide, Gualdo Tadino e San Giustino sono ricche di testimonianze storiche del periodo medievale e rinascimentale. Altrettanto affascinanti sono i numerosi borghi che offrono panorami indimenticabili e una atmosfera fuori dal tempo, lontana dallo stress e dai tempi serrati della vita di ogni giorno; in parole semplici dei piccoli paradisi di quiete e bellezza.

I motivi per avventurarsi in questi territori nel cuore dell’Italia sono diversi: in primis la dolcezza di un paesaggio incantevole e pronto ad aprirsi all’improvviso su scorci mozzafiato.

Nell’area Nord-Est il profilo morfologico è montuoso e collinare, ricco di sentieri con itinerari da esplorare tra riserve naturali – come il Parco del Monte Cucco – fitti boschi, grotte e soprattutto faggete con storie centenarie, vero e proprio tratto distintivo di questo territorio.

Ai profili collinari della parte orientale fa da contraltare, nel settore occidentale, una vasta zona pianeggiante attraversata dal fiume Tevere dove la densità abitativa è maggiore e la presenza della diga di Montedoglio fornisce un adeguato apporto di acqua alle numerose coltivazioni.

Natura, ma non solo: a rendere speciale l’Alta Umbria è la presenza di pittoreschi borghi medievali dalla storia secolare e dallo straordinario patrimonio artistico, castelli arroccati e suggestivi e insediamenti ricchi di testimonianze storiche, le cui radici spesso risalgono all’epoca pre-romana.

E infine c’è una tradizione enogastronomica tutta da scoprire e gustare: sapori genuini e autentici, piatti frugali legati alla tradizione popolare e prodotti pregiati come il tartufo. Una cultura culinaria sorprendentemente varia, i cui segreti sono tramandati di generazione in generazione e che è possibile assaporare nelle botteghe tipiche presenti sul territorio.

L’Alta Umbria, insomma, è la soluzione ideale sia per chi ama passare le proprie vacanze all’aperto, sia per chi desidera conoscere una nuova cultura, immergendovisi a 360° gradi e rivivendone la storia.

Per maggior informazioni sugli itinerari e le attività da non perdere è possibile visitare il sito Alta Umbria e la pagina Facebook.

Parco Monte Cucco-3

In Evidenza

I più letti della settimana

  • Francesco Testi rompe il silenzio: "Ecco perché a Garko ha fatto comodo fingersi etero"

  • La prima giornata di Garko 'libero' è con Eva Grimaldi e Imma Battaglia (VIDEO)

  • Gabriel Garko rompe il silenzio dopo il coming out: "Camminerò con le mie gambe, ma non sui tacchi"

  • Gabriel Garko finalmente libero ma non da certe montature

  • Gabriele Rossi scrive a Garko dopo il coming out. L'applauso dei vip, da Grimaldi a Monte

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di sabato 26 settembre 2020

Torna su
Today è in caricamento