Domenica, 13 Giugno 2021
Cina

Bufera improvvisa sulla gara di corsa in montagna: 21 morti

La gara, un percorso di ben 100  chilometri, si svolgeva nella Foresta di pietra del Fiume Giallo, vicino alla città di Baiyin. In totale i partecipanti erano 172: 151 di loro sono stati messi in salvo dai soccorritori. Forte vento, grandine e pioggia

Foto Xinhua Twitter

Una strage. Almeno 21 persone che partecipavano ad una gara di corsa in montagna in Cina sono morte a causa di una bufera di eccezionale portata che ha colpito la zona. 

La bufera sorprende i corridori: 21 morti in Cina

La gara, un percorso di ben 100  chilometri, si svolgeva nella Foresta di pietra del Fiume Giallo, vicino alla città di Baiyin. In totale i partecipanti erano 172: 151 di loro sono stati messi in salvo dai soccorritori.

Più di 700 soccorritori e personale dell'esercito hanno utilizzato droni per immagini termiche e rilevatori radar per cercare di trovare i corridori sorpresi dalla tempesta nella gara nella foresta di pietre del fiume Giallo vicino a Baiyin, nella provincia nord-occidentale del Gansu, hanno detto i funzionari.

Otto persone sono rimaste ferite, hanno detto funzionari di Baiyin in una conferenza stampa. "Verso mezzogiorno, il tratto di gara in alta quota tra i 20 e 31 km è stato improvvisamente colpito da un tempo disastroso. In un breve periodo di tempo, grandine e pioggia sono cadute improvvisamente nell'area, con forti venti. La temperatura è scesa bruscamente ", ha detto domenica il sindaco della città di Baiyin, Zhang Xuchen.

Le squadre di soccorso sono state inviate, ma intorno alle 14:00, le condizioni meteorologiche sono peggiorate e la gara è stata immediatamente annullata poiché le autorità locali hanno inviato più soccorritori. Le autorità provinciali indagheranno ulteriormente per fare piena luce.

Un “significativo” calo delle temperature era stato previsto nella maggior parte del Gansu durante il fine settimana, ma sui social media cinesi c'è rabbia per il fatto che i funzionari non abbiano annullato la gara.

"Perché il governo non ha letto le previsioni del tempo e non ha fatto una valutazione del rischio?" ha scritto un commentatore.

Il Gansu, una delle regioni più povere della Cina, confina con la Mongolia a nord e con lo Xinjiang a ovest. La foresta di pietra del Fiume Giallo è famosa per il suo aspro paesaggio montuoso segnato da stalagmiti.

Fonte: Xinhua →
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bufera improvvisa sulla gara di corsa in montagna: 21 morti

Today è in caricamento