Giovedì, 17 Giugno 2021

Cani avvelenati in strada, in provincia di Foggia è caccia al killer

A San Marco in Lamis i carabinieri indagano alla ricerca del responsabile. Quindici i sacchi neri contenenti topicida ritrovati in vari quartieri della città. La condanna del sindaco

SAN MARCO IN LAMIS (FOGGIA) - Dodici cani morti, cinque scomparsi e altrettanti tratti in salvo: è questo il dato della situazione a San Marco in Lamis, dove dal 4 settembre scorso un assassino ha disseminato in più punti della città almeno quindici sacchi neri contenenti polpette avvelenate con topicida.

Una vera e propria mattanza che ha suscitato sgomento e indignazione tra gli abitanti e la ferma condanna del sindaco, l’on. Angelo Cera, che ha presentato una denuncia-querela contro ignoti. Dopo i primi casi di avvelenamento, la strage vera e propria si è consumata nella notte tra il 19 e 20 settembre, quando il killer ha avvelenato almeno venti animali, uccidendone quattro.

IL VIDEO SHOCK | LE FOTO DELL'ORRORE

A San Marco in Lamis è caccia al killer dei cani. Le indagini dei militari dell’Arma per ora si starebbero concentrando sulla segnalazione di una donna, che la scorsa notte avrebbe allertato il 112 sostenendo di aver colto in flagranza di reato un individuo, fuggito a bordo di una macchina scura.

Fonte: Foggia Today →
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cani avvelenati in strada, in provincia di Foggia è caccia al killer

Today è in caricamento