Lunedì, 14 Giugno 2021

Torturano il cane per obbligare gli animalisti a comprarlo: "Si convincono subito"

Molti animalisti cinesi hanno provato a salvare il maggior numero di animali possibile, comprandoli. Compassion for China’s Animal è stata una delle associazioni più attive a Yulin nelle scorse settimane

Non si spengono le polemiche che circondano da anni il festival cinese di Yulin, dove migliaia di cani vengono uccisi e mangiati. Impossibile sapere quanti cani siano stati ammazzati quest'anno, ma una stima dell'ong Animal Welfare Project mette i brividi: 40mila animali uccisi.

A differenza delle edizioni passate quest'anno decine di giornalisti stranieri si sono recati al festival nella regione dello Guangxi Zhuang e così il mondo ha potuto vedere. Cani rinchiusi in piccole gabbie, cani uccisi e bruciati per togliere il pelo: immagini che tolgono il fiato.

Molti animalisti cinesi hanno provato a salvare il maggior numero di animali possibile, comprandoli. Compassion for China’s Animal è stata una delle associazioni più attive a Yulin nelle scorse settimane.

I venditori, scrive il sito Geapress.org, hanno utilizzato tecniche disumane pur di vendere a buon prezzo i cani agli animalisti. Così come reso noto dalla ONG, pur di convincere gli animalisti ad acquistare, i venditori colpiscono i cani dopo averli legati. La foto che pubblichiamo in questo articolo lo dimostra.

I latrati dei poveri animali convincono subito ad acquistarli.

Fonte: Geapress.org →
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torturano il cane per obbligare gli animalisti a comprarlo: "Si convincono subito"

Today è in caricamento