rotate-mobile
Giovedì, 20 Gennaio 2022

Il Giappone non ferma la caccia alle balene: "Fa parte della nostra cultura"

Secondo il ministro dell'Agricoltura giapponese le critiche internazionali conto il Giappone costituiscono degli "attacchi culturali, dei pregiudizi sulla cultura giapponese"

Il Giappone non intende fermare la caccia alle balene, attività che "fa parte della cultura" ed è importante per "la sicurezza alimentare" nipponica: lo ha affermato il ministro dell'Agricoltura giapponese, Yoshimasha Hayashi.

Secondo Hayashi le critiche internazionali conto il Giappone costituiscono degli "attacchi culturali, dei pregiudizi sulla cultura giapponese": "In alcuni Paesi vengono mangiati i cani, o i canguri: non mangiamo questi animali ma non chiediamo che venga smesso di farlo perché capiamo che fa parte della loro cultura: allora dico, capite la nostra".

La flotta giapponese mantiene la stagione della pesca - ufficialmente per scopi scientifici e per preservare la tradizione - nonostante il divieto della pesca commerciale imposto dalla Commissione Baleniera Internazionale nel 1986: negli ultimi due anni è stata costretta a rientrare anticipatamente in porto per l'azione di contrasto degli ecologisti, giunti alla nona campagna contro la caccia alla balena nelle acque nell'Antartico.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Giappone non ferma la caccia alle balene: "Fa parte della nostra cultura"

Today è in caricamento