rotate-mobile
Lunedì, 24 Giugno 2024

"La Grecia rischia l'avvento del nazismo"

L'intervista del premier greco Antonis Samaras al quotidiano tedesco Handelsblatt

"Se non ci aiutate rischiamo il nazismo": è questo l'allarme lanciato oggi dal premier greco Antonis Samaras sulla stessa tenuta democratica della Grecia. Il premier ellenico ha scelto il quotidiano finanziario tedesco Handelsblatt per alzare i toni della retorica sugli appelli per ottenere la nuova tranche di aiuti europei. Senza questi fondi, ha avvertito Samaras, Atene ha liquidità solo fino a fine novembre, poi si ritroverà con le casse vuote.

E i paragoni che ha fatto con il periodo del secolo scorso che favorì l'ascesa del nazismo in Germania, appaiono un esplicito avvertimento sul cosa rischierebbe di accadere se la Grecia venisse lasciata senza sostegni.

"La democrazia greca sta attraversando forse il suo momento più difficile", ha detto. Perché secondo Samaras i lunghi anni di recessione economica, in cui il paese ha portato avanti duri piani di risanamento dei conti ancora non completati, hanno finito per creare in Grecia una situazione di tensione sociale analoga a quella della Germania con la Repubblica di Weimar.

Samaras descrive un paese allo stremo. I tagli sono già andati a colpire in profondità e "siamo al limite di ciò che possiamo aspettarci della nostra popolazione". Più della metà dei giovani ha perso il lavoro, la povertà aumenta a "sempre più greci devono andare a mense per i poveri della Chiesa e del volontariato per avere un pasto caldo." La coesione della società ora è minata dal "pericolo della disoccupazione in aumento, come verso la fine della Repubblica di Weimar in Germania". La società greca nel suo insieme è minacciata da movimenti politici estremisti, di destra e di sinistra.

Fonte: Handelsblatt →
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"La Grecia rischia l'avvento del nazismo"

Today è in caricamento