Martedì, 28 Settembre 2021

Licenziamenti, precari, assunzioni: ecco cosa cambia con il Jobs act

L'articolo del Corriere della Sera prova a fare chiarezza tra la ridda di voci e indiscrezioni

Licenziamenti, precari, assunzioni: che cosa cambia per davvero con il Jobs act di cui tanto si parla in queste settimane. Lo spiega il Corriere della Sera.

LICENZIAMENTI - Il licenziamento disciplinare, motivato dal comportamento del lavoratore, può portare al reintegro nel posto se così stabilito dal giudice. Quello economico, che riguarda l’attività produttiva o l’organizzazione del lavoro, può portare ad un indennizzo fino ad un massimo di 24 mensilità ma può scattare anche il reintegro se il giudice accerta che la motivazione economica era manifestamente infondata.

AMMORTIZZATORI - Questione ammortizzatori sociali. Nella riforma di Renzi ci sarà una riscrittura totale delle regole per gli ammortizzatori sociali. Per aiutare chi perde il posto di lavoro saranno più stringenti i requisiti di accesso. Nella legge di Stabilità ci dovrebbe essere uno stanziamento di 1,5 miliardi di euro. Una somma con ogni probabilità insufficiente per un intervento del genere che però potrebbe essere finanziato in parte dagli stessi lavoratori, con un aumento dei contributi.

Fonte: Corriere della Sera →
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Licenziamenti, precari, assunzioni: ecco cosa cambia con il Jobs act

Today è in caricamento