rotate-mobile
Giovedì, 29 Febbraio 2024

La lettera di Pannella a papa Francesco: "Con te tra i migranti di Lesbo, ti voglio bene"

La missiva scritta il 22 aprile, poche settimane prima della morte: "Il tuo vangelo è quello che io amo. Voglio continuare a vivere accanto agli ultimi, quelli che tutti scartano"

"Caro Papa Francesco, ti scrivo dalla mia stanza all'ultimo piano - vicino al cielo - per dirti che in realtà ti stavo vicino a Lesbo quando abbracciavi la carne martoriata di quelle donne, di quei bambini, e di quegli uomini che nessuno vuole accogliere in Europa. Questo è il Vangelo che io amo e che voglio continuare a vivere accanto agli ultimi, quelli che tutti scartano".

E' il primo passaggio di una lettera che Marco Pannella, morto ieri all'età di 86 anni, aveva scritto a Papa Francesco il 22 aprile scorso e che è stata pubblicata sul sito di Famiglia Cristiana. La lettera è scritta a mano, con una penna blu. 

"Questa passione - continua Pannella - è il vento dello 'Spirito' che muove il mondo. Lo vedo dalla mia piccola finestra con le piante impazzite che si muovono a questo vento e i gabbiani che lo accompagnano. In questo tempo non posso più uscire, ma ti sto accanto in tutte le uscite che fai tu". 

La lettera si chiude con una dedica in maiuscolo: "TI VOGLIO BENE DAVVERO TUO MARCO". 

Leggi anche: Marco Pannella, le ultime commoventi parole prima di morire

Fonte: Famiglia Cristiana →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La lettera di Pannella a papa Francesco: "Con te tra i migranti di Lesbo, ti voglio bene"

Today è in caricamento