Domenica, 26 Settembre 2021

Marò, media indiani: "Il governo di New Delhi ha cambiato atteggiamento"

Il quotidiano Economic Times parla di una "inversione a U", frutto di un "dialogo dietro le quinte" tra le parti

NUOVA DELHI - Il governo indiano ha fatto una "inversione a U" sul caso Marò. Questa l'espressione usata da una fonte interna all'amministrazione riportata dal quotidiano "Economic Times". New Delhi ha cambiato atteggiamento sulla questione, come dimostrato dalla decisione dello scorso settembre di non ostacolare davanti alla Corte Suprema la richiesta di un permesso per Massimiliano Latorre di rientrare in Italia per sottoporsi a cure mediche, dopo l'ictus che lo aveva colpito in India.

Tre mesi fa, il ministro dell'Interno indiano si era opposto con fermezza alla richiesta di Latorre di tornare in Italia, ma il governo decise di non opporsi. Il ministro degli Esteri, Sushma Swaraj, disse di aver disposto il rientro del fuciliere di marina italiano per "ragioni umanitarie". Il giornale indiano scrive che "il giorno stesso in cui la Corte concesse in settembre a Latorre il permesso di rientrare in Italia, l'amministrazione indiana lavorò intensamente per preparare i documenti necessari e permettere al militare di partire la notte stessa con un aereo inviato dal governo di Roma".

La fonte ha confermato al giornale: "La decisione di non impedire il ritorno del fuciliere di marina in Italia è parte del dialogo dietro le quinte fra le due parti in causa".  Alla base di questo cambio di atteggiamento, conclude l'Economic Times, c'è la proposta italiana di una "soluzione consensuale" della questione. 

Fonte: Economic Times →
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Marò, media indiani: "Il governo di New Delhi ha cambiato atteggiamento"

Today è in caricamento