Sabato, 25 Settembre 2021

Medico rompe il silenzio: "Ho aiutato a morire cento persone, si fa in tutti gli ospedali"

In un'intervista esclusiva a "L'Unione Sarda", Giuseppe Maria Saba - ex medico sardo - confessa: "E' dolce morte. L'ho favorita ogni volta che è stato possibile. Si fa in tutti gli ospedali"

"Non è anestesia letale ma dolce morte". Lo precisa e lo specifica Giuseppe Maria Saba perché anche le parole hanno il loro peso. La loro forza emotiva. Giuseppe è un ex medico di ordinario di Anestesiologia e Rianimazione. Nella sua lunga carriera, oggi ha ottantasette anni, è stato in servizio all'università di Cagliari, poi alla Sapienza di Roma. Nella sua lunga carriera - lo ammette senza problemi in un'intervista a "L'Unione Sarda" - ha "ucciso" almeno un centinaio di persone. 

"Non è anestesia letale ma dolce morte. L'ho favorita ogni volta che mi è stato possibile, almeno un centinaio nella mia carriera. L'ho fatta anche per mio padre e mia sorella". 

E' sincero il dottor Saba. Non si nasconde e sputa fuori la sua verità. La dolce morte, conclude, è "una pratica consolidata in tutti gli ospedali italiani ma per ragioni di conformismo e di riservatezza non se ne parla".

Fonte: L'Unione Sarda →
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Medico rompe il silenzio: "Ho aiutato a morire cento persone, si fa in tutti gli ospedali"

Today è in caricamento